“40 anni d’autore”: Piero Marras al Teatro delle Saline

Domani e dopo per “1 €uro festival” il grande artista sardo sul palco per una performance di straordinaria passione. Musica, luoghi, cultura, testi: un mix ricco di suggestioni e realtà

Domani, martedì 8 – e dopodomani, mercoledì 9 maggio, alle 21 – al Teatro delle Saline – piazzetta Billy Sechi n. 3/4, Cagliari – va in scena “40 anni d’autore”. Piero Marras muscista, autore, cantante, artista e interprete di una terra ribelle e sofferente, sul palco. Per un concerto-confessione dai tratti imperdibili. La performance fa parte del cartellone dell’edizione 2018 di “1 €uro festival” promosso, organizzato e ospitato dalla compagnia Akròama.

 

Realtà, coraggio, dignità. Piero Marras ha avuto una sorta di premio alla carriera dal comune di Nuoro, città natale dell’artista, che gli ha conferito nel 2014 il “Redentore d’oro”. La motivazione? ”La musica, le canzoni, la poesia – si legge fra le motivazioni del premio – spesso possono raccontare più di ogni altro strumento, una terra, un popolo, la sua anima, le sue sofferenze. Piero Marras è stato negli anni e continua ad essere, voce di una terra, interprete unico e appassionato, dei sentimenti delle nostre comunità, della gioia, ma anche delle difficoltà di essere sardi”. “40 anni d’Autore” non è solo un concerto ma una rara testimonianza di sé, il percorso intrigante di un’”anima prensile”  a volte bizzarra, pronta a raccontarsi con la miriade di registri che le sono propri e che negli anni hanno avuto modo di affinarsi e perfezionarsi. Un cammino sul filo della suggestione e del magnetismo. Una voce che suona e un pianoforte che canta.

 

Un percorso artistico globale. Nella performance “40 anni d’Autore” Piero racconta con le canzoni, i momenti più significativi del suo pluriennale percorso artistico. Momenti che hanno accompagnato e accompagnano intere generazioni di sardi. “Ma “40 anni d’autore” sono soprattutto 40 anni e più di vita da musicista. Ovvero la musica come mestiere. Una scelta non certo facile allora come oggi. Riuscire a far coincidere la propria passione, le proprie inclinazioni con il proprio lavoro è un “privilegio” che non tutti si possono permettere”. Piero taglia corto: “Basta crederci “e possedere la giusta dose di incoscienza”. In un periodo come questo, di estrema precarietà sul fronte del lavoro, una scelta coerente con le proprie inclinazioni potrebbe rivelarsi una scommessa vincente. Se non altro meno frustrante di molte altre opzioni necessitate e non certo appaganti. Riteniamo che questi temi, qualora ci venisse richiesto o ce ne fossero le condizioni e l’opportunità, potrebbero essere utile argomento di dibattito a latere dei concerti.

 

Arte, suoni e passione. Una pluralità di proposte tese a fondere le migliori capacità espressive teatrali. Ma anche un fresco spaccato di vivacità creativa, contaminazioni, artisti di grido e musica. “1 € festival” si è aperta con “L’amante”, a seguire “Figure morte” e ora “40 anni d’autore” con Piero Marras. In calendario “C’est la vie!” (Teatro circo Maccus), “Anime perdute” (Compagnia danza estemporada), “Trattato di economia” (Compagnia Aldes), “Angeli” (Figli d’arte Medas), “Donne dell’underground” (Maria Proietti Orzella)”, “Dialoghi con Trilussa” (Teatro Potlach), “Chiedi chi era Francesco” (Teatri di vita), “Miseria e nobiltà” (Teatro Sassari) e “Mezzanotte per amar” (Teatro scientifico Verona).

Una rassegna di successo. Il teatro delle Saline con la diciottesima edizione di “1€ festival”, dà vita a una rassegna che vanta il convinto apprezzamento di pubblico e critica. Al centro del successo, il connubio di arte teatrale multidisciplinare, comicità, musica e danza con compagnie di profilo locale e nazionale. La Compagnia Akròama ha un ringraziamento particolare per i partner del progetto: dal ministero per i beni e le attività culturali turistiche alla Regione Sardegna, Comune di Cagliari e Fondazione di Sardegna,

Informazioni: 070.341322 – www.teatrodellesaline.it


In questo articolo: