“Vergogna a Villasimius, abbiamo raccolto tanti candelotti di fuochi artificiali dal fondale di Campulongu”

Una gita fuori porta ha portato Gianluca Dessalvi a scoprire una “discarica marina” in piena regola: “Candelotti in acqua o nascosti sotto le alghe, guardate quanti ne abbiamo raccolti”

Candelotti, residui di fuochi artificiali sparati chissà quando. Forse mesi fa, forse per festeggiare Ferragosto. La certezza “temporale” non c’è, quella “fisica”, cioè la presenza a Campulongu, spiaggia di Villasimius, sì. Lo testimoniano le foto spedite alla nostra redazione da Gianluca Dessalvi: “Il 16 agosto siamo andati a trovare degli amici a Villasimius nella spiaggia di Campulongu e ci siamo imbattuti in due cose abbastanza strane e sconcertanti, la notte di Ferragosto hanno fatto uno spettacolo pirotecnico con tanto di fuochi d’artificio in acqua, peccato che moltissimi residui interi dei candelotti siano rimasti nel bellissimo e protetto fondale del mare di Campulongu, con tanto di pezzetti di plastica galleggianti e ovviamente inquinanti,le alghe nell’arenile nascondono bene i candelotti ma passeggiando con i piedi non è molto difficile capire che si sta calpestando uno di questi residui”.

 

 

“Noi siamo rimasti in un piccolo tratto sulla destra, ma basta guardare quanto è lungo lo spazio che occupa nell’arenile per capire quanti candelotti ci possono ancora essere nascosti nel fondale”.