Racket del caro estinto a Cagliari: “Decine di titolari di agenzie funebri a processo”

Truffa, peculato, falso, ma anche induzione indebita: per il pm devono andare a processo a Cagliari decine di titolari di agenzie funebri e diversi necrofori. Si tratta dell’inchiesta che un anno e mezzo fa portò a diversi arresti.

Truffa, peculato, falso, ma anche induzione indebita: per il pm devono andare a processo a Cagliari decine di titolari di agenzie funebri e diversi necrofori. Si tratta dell’inchiesta che un anno e mezzo fa portò a diversi arresti. Il pm Giangiacomo Pilia ha chiuso le indagini di quello che era davvero un racket sul caro estinto a Cagliari: venivano chiesti soldi per vari favori, ad esempio sistemare il parente defunto in camere mortuarie più spaziose. Oppure per fare punture di formalina sui defunti, o ancora per avere i fiori in cimitero. Tante le accuse, tutti i nomi degli indagati sono stati pubblicati oggi dall’Unione Sarda in edicola.


In questo articolo: