A Monserrato “sboccia” il parco magico: bambini felici, anche quelli disabili

Il Comune mantiene la promessa. Ecco altalene, giostrine e scivoli inclusivi nell’area green dell’Argine. Il sindaco Tomaso Locci: “È il primo parco giochi realizzato in città”. GUARDATE le foto con i bambini felici nel nuovo parco inclusivo

“È stato un duro lavoro, ringrazio tutti quelli che hanno contribuito. È il primo vero parco giochi di Monserrato, oltre che essere inclusivo”. A dirlo è il sindaco, Tomaso Locci. “Sono orgoglioso e onorato di servire i cittadini monserratini, stiamo portando un cambiamento”. Accanto a lui la vicesindaca, Maristella Lecca, “giocare è e deve essere un diritto garantito a tutti i bambini” e l’assessore comunale ai Lavori pubblici, Gianfranco Masala. Dopo la benedizione, il taglio del nastro: ecco la nuova area green per tutti, ma proprio tutti. È inclusiva, cioè ci sono giochi anche per i bambini disabili.

IL “PARCO MAGICO” – Ed ecco cosa c’è nei nuovi metri quadri: un abete alto trenta metri, con tanto di scivolo, poi altalene, una giostrina e qualche dondolo a molla. Realizzato nella zona dell’Argine, 60mila euro di spesa per creare un perfetto mix tra giochi e verde. Aperto tutti i giorni dalle 8 alle 20:30, in estate orario allungato fino alle 22. E, per il divertimento dei più piccoli – la maggior parte dei giochi sono pensati per bambini dai 2 agli 11 anni – ci sono anche regole da rispettare: vietato fumare, così come portare animali, no a biciclette e tricicli per chi ha più di sette anni. Garantita la vigilanza, con dei giovani pagati grazie al progetto Reis, e una telecamera di sorveglianza, con un’altra in fase di installazione. In tutto il parco è vietato fumare e far entrare animali.