Massimo Zedda snobba le Primarias di Maninchedda, ma spunta il re delle coop del cemento

Massimo Zedda snobba le Primarias di Maninchedda, dove invece spunta il re delle cooperative spesso impegnate nel cemento, Antonio Sardu, uno dei “fondatori” della Corte del Sole

Adesso è ufficiale: Massimo Zedda snobba le Primarias di Maninchedda, dove invece spunta il re delle cooperative spesso impegnate nel cemento, Antonio Sardu, uno dei “fondatori” della Corte del Sole, imprenditore spesso vicino a Sergio Zuncheddu. Il Partito dei Sardi ha indetto le Primarias ma evidentemente non ha convinto a partecipare quello che sarà quasi certamente il leader del centrosinistra sardo, il sindaco di Cagliari Massimo Zedda. Ora chi vincerà le Primarias sarà il quarto candidato governatore insieme a Zedda, Solinas e al leader del M5S ancora da designare?

Maninchedda, che si è dimesso da assessore della giunta Pigliaru, dovrà comunque decidere se allearsi nuovamente col Pd e ha annunciato la sua stessa candidatura alle Primarias insieme a quelle di Matteo Murgia, Giovanni Panunzio, Gian Paolo Casula e appunto l’imprenditore Antonio Sardu. Sarà interessante in questa campagna elettorale  capire come mai Maninchedda non ha lesinato spesso critiche all’operato della Giunta regionale e del centrosinistra, mentre diversi uomini del suo partito hanno continuato a lavorare nell’assessorato, a cominciare dal Presidente Franciscu Sedda (consulente dell’assessorato ai Lavori Pubblici), dal segretario particolare Tore Terzitta (esponente del Pds) e dal “capo di gabinetto” dell’Assessorato Mario Uras, già segretario particolare dell’ex Assessore Maninchedda. Zedda potrebbe invece passare per le primarie “vere” del centrosinistra o attraverso una investitura ufficiale dei partiti Pd e Campo Progressista.


In questo articolo: