La triste storia del cane Simba, morto di stenti dopo tre giorni intrappolato in una gabbia anti-volpi

“Caro amico Simba, ho aspettato e speravo ancora nel tuo ritorno a casa, la tua, la nostra. Invece ti ho trovato senza vita, morto a causa di inutili sofferenze per freddo, sete e fame per una persona incivile che lascia nel proprio terreno trappole per animali incustodite”

La triste storia del cane Simba, morto di stenti dopo tre giorni intrappolato in una gabbia anti-volpi. Un’altra drammatica vicenda di un quattro zampe che ha perso la vita per colpa della crudeltà umana: il cane Simba è morto di stenti sulle colline di Isola Vicentina, a raccontarlo con un bel servizio è il Giornale di Vicenza. La proprietaria Moira Penzo ha raccontato: “Caro amico Simba, ho aspettato e speravo ancora nel tuo ritorno a casa, la tua, la nostra. Invece ti ho trovato senza vita, morto a causa di inutili sofferenze per freddo, sete e fame per una persona incivile che lascia nel proprio terreno trappole per animali incustodite”.



In questo articolo: