I Serendip al teatro Minimax: la musica come messaggio di riscatto

Il concerto ha permesso di raccogliere fondi a favore dell’associazione Donne al Traguardo.

Un viaggio interiore dal buio alla luce. E’ questo il percorso che attende ogni donna che è stata vittima di una violenza ed è questo il messaggio di riscatto che la band Serendip ha voluto lanciare giovedì 6 novembre, nella sala Minimax del Teatro Massimo di Cagliari, durante il concerto “Lucky Star: un sogno in difesa della donna”.

L’evento promosso per sensibilizzare la popolazione sul tema del femminicidio e della violenza, ha permesso di raccogliere fondi a favore dell’associazione “Donne al Traguardo” di Cagliari, che gestisce un centro antiviolenza e una casa di accoglienza per le vittime.

I Serendip hanno sposato la causa portando sul palco del Minimax i loro brani inediti in italiano e in inglese. Dodici pezzi intimi ed evocativi, dotati di una musicalità carica di colori e armonie, grazie alla perfetta fusione delle quattro voci che compongono la band: Alice Madeddu, Eva Pagella, Giampiero Boi e Manuel Cossu (autore anche dei testi e delle musiche). Voci complesse e raffinate che provengono da varie esperienze artistiche (dalla lirica, al jazz, al pop/rock) perfettamente accompagnate dai quattro musicisti: Michele Brandinu alla tastiera, Giorgio Del Rio alla batteria, Maurizio Marzo alla chitarra e Fabio Useli al basso.

Sul palco i Serendip hanno raccontato una storia, un viaggio interiore verso la salvezza. Dalle canzoni più “oscure” We own the night e Inverno, all’ultimo brano Someday che racconta invece l’accettazione positiva di se stessi. Lucky Star, la canzone che ha ispirato il concerto e che descrive la storia di una donna violata che cerca il suo riscatto, è stata al centro di questo spettacolo. Le scenografie sono state curate da Fiorella Sanna e Francesca Madrigali che recentemente hanno promosso il progetto fotografico “Uccidi anche me” con i volti di numerose donne sarde.

“Con questo concerto i Serendip hanno voluto raccontare una storia di rinascita ed è questo il percorso che devono intraprendere le donne vittime di violenza _ ha dichiarato Silvana Migoni, presidente dell’associazione “Donne al Traguardo” _ . Si tratta di un percorso molto difficile sia dal punto di vista economico sia psicologico, perché richiede la cura delle ferite e una ricostruzione dell’autostima. Siamo grati ai Serendip che con questo evento ci permettono di incrementare il nostro impegno nella lotta al femminicidio.”

 

CHI SONO I SERENDIP: I Serendip nascono nel 2012 quando 4 cantanti e 4 musicisti professionisti provenienti da esperienze eterogenee (dalla lirica al pop, dal rock al jazz) si mettono insieme per dare vita ad un repertorio musicale inedito e originale in lingua italiana e in inglese.
La band Serendip si esibisce al Forte Village Resort per la stagione estiva 2012, ma è solo il primo passo di un percorso musicale fatto di ricerca e di sperimentazione che li porta a produrre brani inediti di genere pop/rock, ricercati ma fruibili.

L’anno successivo, nel marzo 2013, pubblicano il loro primo EP di inediti in italiano e inglese scaricabile da I Tunes e Spotify. In quello stesso anno esce anche il primo videoclip del brano “Irlanda”, visualizzabile su YouTube. Il singolo “Irlanda” e successivamente il brano “Someday”, vengono trasmessi da più di 250 radio locali italiane e estere grazie ad un accordo con l’etichetta discografica “CDF produzioni”.

The Serendip proseguono il tour in varie località della Sardegna e sposano alcuni progetti di impegno sociale, come quello contro il femminicidio e la violenza sulle donne.