Firino:assistenza educativa i ragazzi nelle scuole

“Linee di indirizzo regionali vicine alle esigenze dei ragazzi”

“Servizi vicini alle esigenze dei ragazzi che coinvolgano le famiglie, garantiscano al meglio l’inclusione scolastica e le pari opportunità permettendo ai ragazzi disabili di fruire a pieno dell’offerta scolastica. I tempi sono maturi perché il tema dell’assistenza agli alunni disabili venga affrontato in maniera organica, prevedendo linee d’indirizzo regionali”. È il cuore dell’intervento dell’assessore regionale Claudia Firino invitata, questa mattina, all’assemblea delle educatrici e degli educatori del Servizio di assistenza educativa specialistica della Provincia di Cagliari, alla Cgil di viale Monastir a Cagliari. Riconoscimenti, per l’impegno con cui l’assessore ha garantito l’assistenza agli alunni disabili per tutto l’anno scolastico, sono stati espressi da chi l’ha preceduta, nel sottolineare il ruolo e le difficoltà degli educatori.

La titolare della Pubblica Istruzione ha ricordato che la Giunta regionale, quest’anno, ha stanziato, per i servizi per l’assistenza agli alunni disabili, un milione in più rispetto all’anno passato, raggiungendo la cifra di 6 milioni di euro e ha previsto, dove siano state manifestate difficoltà a garantire il servizio per tutto l’anno scolastico, risorse aggiuntive attraverso il fondo per gli imprevisti. Specificando l’importanza della continuità educativa, e non solo didattica, assicurata dal dialogo di tutti i soggetti che a vario titolo forniscono assistenza ai ragazzi, ha poi preso un impegno concreto: “Apriremo a breve un tavolo di lavoro, a partire dalle riflessioni espresse in questo incontro, il cui obiettivo sarà, a livello regionale, migliorare la qualità dei servizi affinché corrispondano al meglio ai bisogni dei ragazzi e garantire la professionalità dei lavoratori. Serve che ognuno si assuma la responsabilità che gli spetta. Come ho già annunciato, la Regione si assumerà la responsabilità politica di emanare linee di indirizzo condivise, coerenti e uniformi in tutto il territorio”.