A San Teodoro 150 atleti con e senza disabilità si sfidano per l’inclusione

Sport, solidarietà, divertimento: San Teodoro si tinge di rosso Special Olympics per una tre giorni dedicata all’attività motoria e soprattutto, all’inclusione

Si terranno infatti dal 24 al 26 settembre nel prezioso borgo gallurese gli Unified Games, meeting regionale del Team Sardegna di Special Olympics Italia. 150 Atleti con e senza disabilità intellettiva giocheranno insieme per ribadire ancora una volta che l’inclusione, quando comincia in campo, prosegue sempre anche fuori.

La campagna #playunified nasce infatti per sottolineare l’utilità sociale dello sport, inteso come mezzo che abbatte barriere e pregiudizi in favore di un approccio comunitario, mai escludente, alla socializzazione. Lo sport unificato, dove quindi giocano insieme persone con e senza disabilità intellettive, si ispira ad un principio semplice: il modo più immediato per far comprendere valori come l’inclusione e l’amicizia è allenarsi insieme, giocare insieme, e soprattutto divertirsi insieme, magari durante le varie occasioni di socializzazione e relax che la spiaggia vicina ci offrirà.

L’iniziativa rientra nella XXI edizione della Special Olympics European Football Week sostenuta dalla UEFA. La settimana – dal 20 al 30 settembre 2021 – coinvolge 30.000 partecipanti con e senza disabilità intellettive, con circa 300 eventi in 40 paesi con lo scopo di promuovere il calcio unificato. Le discipline che vedranno impegnati gli atleti sardi saranno Calcio a 5, Pallavolo e Bocce.

Nella giornata del 24 Settembre si terranno le gare preliminari, partite che consentiranno nelle giornate successive di far competere gli atleti con pari abilità, principio cardine del movimento internazionale: lo scopo è imparare a vedere se stessi per le proprie capacità e insegnare a chi osserva a fare lo stesso; guardare ai limiti come fossero insormontabili è a sua volta limitante, guardare alle capacità significa creare opportunità.

Alle 19:30 inizierà la cerimonia olimpica di apertura, con la sfilata delle delegazioni presenti dalle varie realtà sarde accreditate al movimento e l’accensione del tripode che si terrà nel campo sportivo di Via D. Cattin San Teodoro; un’occasione in cui l’emozione, l’adrenalina e la gioia di scendere nuovamente in campo insieme, saranno protagonisti. A dichiarare ufficialmente l’apertura dei giochi sarà anche il giuramento ufficiale dell’atleta Special Olympics:  “che io possa vincere, ma se non riuscissi, che io possa tentare con tutte le mie forze”.

Sabato 25 si terranno invece le gare ufficiali per l’intera giornata con inoltre una bella sorpresa: le pallavoliste di Serie A2 dell’ Hermaea Olbia, neo team accreditato a Special Olympics, giocheranno insieme agli Atleti del volley. A termine della serata la cerimonia di chiusura nel panorama dell’isola di Tavolara.

Domenica 26 la conclusione della manifestazione: spazio alle competizioni finali delle varie discipline, con l’immancabile premiazione per tutti gli atleti partecipanti. È ancora attiva la possibilità di partecipare come volontari all’evento, soprattutto per gli studenti del Liceo scientifico e sportivo E.Fermi di Nuoro, che giocheranno insieme agli Atleti provando l’esperienza di Atleti Partner. Il supporto dei volontari in Special Olympics è fondamentale per la riuscita degli eventi: per registrarsi è necessario compilare il form al link https://form.jotform.com/212485075687365

“L’evento, che si svolgerà sotto il patrocinio della Regione Sardegna e del Comune di San Teodoro, vedrà il coinvolgimento anche dei Tecnici Nazionali Special Olympics Italia e rappresenterà l’occasione per conoscere il territorio e far comprendere a fondo quale sia il nostro messaggio di inclusione attraverso lo sport unificato” dichiara Stefania Rosas, direttrice, che prosegue: “Sarà un banco di prova per tutti in vista del prossimo anno in cui si sono già in programma, sempre a San Teodoro, i Beach games con la partecipazione di tanti atleti da altre regioni italiane. San Teodoro per la prima volta ospita i Giochi Special Olympics Italia e fin dal primo momento l’amministrazione in primis, le associazioni e tutti gli operatori turistici hanno manifestato grande sensibilità ed interesse preparandosi ad accogliere i circa 150 atleti previsti per questo meeting. Siamo certi che, ancora una volta, questi tre giorni di competizioni, momenti solenni e divertimento scalderanno i cuori di tutti i partecipanti. Ormai siamo pronti a contagiare tutti con il sorriso che solo i nostri atleti sanno donare.”


In questo articolo: