Cagliari, rivoluzione in viale Monastir: nell’ex mercato un centro congressi, un parco e case popolari

La giunta Truzzu ha chiesto al Governo 30 milioni di euro per realizzare 3 palazzine con 60 alloggi (40 erp e 20 housing sociale) tra viale Elmas e viale Monastir. Nel progetto anche una caffetteria, una ludoteca, uffici, centro congressi e una grande area verde”

Un finanziamento da 30 milioni di euro per trasformare l’area dell’ex mercato ortofrutticolo tra viale Monastir e viale Elmas. Al posto del vecchio mercato (attualmente deposito della polizia municipale) case popolari e housing sociale. Più una strada (al confine con il consorzio agrario) e servizi per la città. La richiesta della giunta Truzzu al Governo è stata formalizzata e ora l’esecutivo attende la risposta e i fondi. “Prevediamo di realizzare due palazzine con 40 alloggi erp e una palazzina con 20 appartamenti di housing sociale”, dichiara il sindaco Paolo Truzzu, “e poi un edificio con servizi come una caffetteria, una ludoteca, uffici e centro congressi. E una grande area verde”.

Tramonta l’ipotesi di realizzare l’housing sociale in via Po. Troppo alto il rischio archeologico. Nella zona si troverebbero ancora i resti dell’antico porto di Cagliari.


In questo articolo: