Zen e meditazione, la filosofia orientale prende casa a Cagliari

Un’occasione per rigenerarsi dalla vita quotidiana

 
Intraprendere il cammino illustrato da una filosofia orientale, come il Buddismo, spesso porta a una rigenerazione della vita quotidiana, a un nuovo modo di intendere la spiritualità. A Cagliari si è appena concluso con questo obiettivo il seminario di Gianfranco Bertagni, esperto e docente di fama internazionale, che ha sviluppato un percorso in sei tappe per crescere insieme, da ottobre ad aprile, attraversando anche Zen e Taoismo.
 
«Situazioni come questa – esordisce Bertagni – per me sono sempre momenti di grande gioia. La felicità e la fortuna di parlare di argomenti di cui sei innamorato, la possibilità di incontrare l’intimità altrui, l’umanità vera. Ho scoperto un senso isolano molto profondo di ospitalità a me fino ad ora sconosciuto. Ho avuto la percezione netta che nessun partecipante fosse lì per un fascino esotistico, scioccamente new age». Nessuno era lì per fare il buddhista della domenica ed è stato apprezzato il modo di presentare gli argomenti: scientifico sì, ma non di un freddo accademismo, consapevole dell’importanza dei temi trattati, ma non fideistico, o alla ricerca di indottrinamenti del prossimo. «Ho spostato il focus del discorso da una morale del ‘tu’ a un’esigenza intima di lavoro sui propri inquinamenti – prosegue – sono uscito da una ascetica del distacco dal mondo, pur spesso presente in queste tradizioni, verso una pratica dell’abitazione piena del mondo stesso». Il docente, che insegna in tutta l’Emilia-Romagna, ha insistito molto sull’esigenza dello stare in una dimensione di nudità nell’istante presente e di un lavoro sui filtri che mi separano dal reale. «Non ho convinto o dissuaso alcuno – conclude Bertagni – Ho introdotto aspetti che a volte possono agire sottilmente e nascostamente dentro di noi e che possono condurre a un’intuizione di una diversa prospettiva sulla vita. Al limite si può riconoscere una certa bellezza nel sentirne parlare o forse anche un’indifferenza, o persino la noia. Dipende dentro di sé dove si è direzionati».
 
Sabato 3 e domenica 4 giugno l’Associazione culturale “Il Grimorio delle Arti” organizzerà un incontro di meditazione tra il Nuraghe Arrubiu di Orroli e Pranu Mutteddu a Goni. Sarà un’occasione suggestiva da non perdere. Per ulteriori informazioni, scrivere a [email protected]
 
 


In questo articolo: