Zedda contro Zedda, la sfida del sabato per la conquista di Cagliari si gioca su Pirri

Focus dei candidati sindaco del centrodestra e del centrosinistra sulla municipalità dove ci sono in ballo decine di migliaia di voti


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Zedda contro Zedda, sul palcoscenico di Pirri, per la conquista di Cagliari. Il confronto a distanza va in scena nel caldo sabato di metà maggio nella municipalità dove ci sono in ballo decine di migliaia di voti, e dove tantissimi residenti lamentano un totale abbandono.

 

Massimo Zedda, sostenuto dal campo largo, ha presentato questa mattina alla ex vetreria la lista per la municipalità di Pirri che sostiene Maria Laura Manca presidente. Presente, appunto, il candidato sindaco di Cagliari Massimo Zedda. “Le azioni su Pirri nascono dai suggerimenti e dal coinvolgimento della Municipalità di Pirri e della presidente Maria Laura Manca. Pirri è una della priorità del nostro programma. Abbiamo bisogno di un’analisi puntuale del Piano urbanistico, che ci permetterà di insediare funzioni e servizi metropolitani: riqualificando strade, marciapiedi e piazze, dando soluzione all’edilizia abitativa assicurando spazi verdi e presidi di salute, socio-sanitari e di assistenza. Ripristineremo il presidio di sicurezza della polizia municipale, spazi culturali come il teatro della Ex Vetreria e la guardia medica. Fondamentale assicurare un centro sociale e spazi per anziani, giovani e associazioni. C’è poi il tema dell’assetto idrogeologico e la conclusione dei lavori del terzo lotto di Barracca Manna. Sui trasporti, bisogna potenziare il trasporto pubblico, in particolare prevedendo quello notturno tutto l’anno. Non mancheranno iniziative imprenditoriali e di sviluppo che possano creare nuove occasioni occupazionali”, ha detto Massimo Zedda.

Le azioni su Pirri nascono dai suggerimenti e dal coinvolgimento della Municipalità di Pirri e della presidente Maria Laura Manca. Per quanto riguarda la riqualificazione di Monreale, l’amministrazione comunale ha vinto un contenzioso riguardante aree e immobili, per cui si può procedere alla riqualificazione e rigenerazione urbana, culturale e sociale con spazi verdi, sportivi e sociali. Fondamentale sarà la soluzione dei temi sulla casa per giovani, coppie, persone fragili e in difficoltà.

La candidata sindaco Alessandra Zedda e il candidato presidente alla Municipalità di Pirri Francesco Ciaramella hanno dialogato sul percorso da intraprendere per rimettere al centro della politica le istanze della Municipalità, che rappresenta un caso unico in Sardegna per la presenza di una grande comunità con un forte spirito di appartenenza, inglobata nella circoscrizione amministrativa del Comune di Cagliari.

“Mettiamo al centro della nostra politica i mercati. La riqualificazione di Is Bingias è un’azione prioritaria del programma di centrodestra” ha detto Alessandra Zedda nel corso della sua visita al mercato. La struttura necessita della sostituzione del tetto con uno ventilato, provvisto di pannelli fotovoltaici che ne garantiscano l’indipendenza energetica, e di un cappotto per l’adeguamento alle norme e per consentire i necessari risparmi d’energia. Si prevede la realizzazione di una colonnina per la ricarica dei mezzi elettrici con la sistemazione dell’area mercatale antistante.

La riqualificazione urbana. L’amministrazione garantirà la riqualificazione di quartieri e strade, a partire dal rinnovo della via Italia. Gli interventi di nuova edificazione di qualità sulla via Montecassino, le nuove lottizzazioni sulla via Jenner e a Terramaini, i progetti di edilizia sociale su via Vesalio e i progetti di ammodernamento dei plessi ospedalieri sono al centro dell’agenda programmatica: “Rappresentano per Pirri la certezza di uno sviluppo economico e di un innalzamento della qualità dei servizi diffusi che il Comune deve assecondare e incentivare” ha dichiarato la candidata sindaco.

Nell’ambito di un programma ampio di riqualificazione, è previsto il completamento dei lavori previsti per il dissesto idrogeologico in tempi rapidi, prevedendo indennizzi o compensazioni per le attività penalizzate dai lavori.

Riapriamo, non solo in campagna elettorale. La Municipalità attende interventi importanti, disattesi a lungo, come la riqualificazione della struttura dell’Ente comunale di consumo e la riattivazione degli spazi culturali del complesso della Vetreria-Distilleria attraverso un bando che preveda sia gli eventi che la riapertura del punto di ristoro.

“Oltre agli interventi indicati, doteremo la Municipalità di un fondo straordinario per Pirri. La specificità della comunità di Pirri è una ricchezza che va preservata, consentendo alla Municipalità di mantenere viva la sua anima identitaria attraverso il decentramento dei servizi e la promozione di attività culturali per i residenti e per gli alunni delle scuole. Cagliari deve avere un ruolo importante, di guida, ma sussidiario” ha concluso Alessandra Zedda.


In questo articolo: