Weekend bollente sulla Sardegna, sos degli animalisti: “Cani e gatti rischiano la morte, ecco come salvarli”

Caldo record e 40 gradi in arrivo anche su Cagliari, pericoli anche per gli animali. I consigli del Movimento animalista sardo: “I cani non sudano e rischiano emorragie cerebrali, guai a utilizzare l’aria condizionata per rinfrescare i gatti. Per i nostri amici a quattro zampe esistono speciali creme solari”. CONDIVIDIAMO TUTTI per avvisare i proprietari di animali!!

Il secondo weekend di giugno porta, su Cagliari e la Sardegna, temperature record. Sabato otto e domenica nove la colonnina di mercurio toccherà quota quaranta gradi, e la Protezione Civile ha lanciato un allerta meteo da non sottovalutare. E a rischio non c’è solo l’uomo, ma anche gli animali. Il Movimento animalista sardo sceglie Casteddu Online per lanciare un appello-sos, con tanto di regole da seguire per evitare che cani e gatti possano star male o, peggio, morire a causa del grande caldo. “Non lasciamo i cani, i gatti o altri animali in auto, neppure per breve tempo o con i finestrini leggermente aperti, il caldo in auto può raggiungere e superare velocemente i 40 gradi ed il rischio di un colpo di calore è altissimo. Soltanto il 50% degli animali sopravvive. Da uno studio effettuato pare infatti che in soli 6 minuti un cane, lasciato in auto, possa morire. Ricordiamo che i cani non sudano, quindi, all’aumento della temperatura esterna, la frequenza cardiaca sale vertiginosamente, e si va incontro al rischio che il cuore non pompi più la giusta quantità di sangue. La pressione scende, il sangue non circola, e le funzioni renali si bloccano. Oltretutto l’ossigeno va a diminuire e sale il rischio di emorragie cerebrali”.

Se vedete un cane od un gatto, chiuso in auto, chiamate le Forze dell’ordine per liberarlo. Altro accorgimento per il periodo è lasciare sempre a disposizione degli animali ciotole con acqua fresca e pulita. Il caldo infatti aumenta il bisogno di bere. Evitare però, l’acqua troppo fredda. No all’aria condizionata perché  crea forti sbalzi di temperatura. Portare a passeggio i cani, nelle ore più fresche, no nel dopo pranzo o nel pomeriggio e portate sempre, negli spostamenti, una bottiglietta d’acqua o la borraccia per gli animali. Per i più meticolosi, ricordiamo che esistono creme solari specifiche per i cani da applicare nelle zone prive di pelo, quali naso ed orecchie per evitare eventuali scottature. Possiamo ancora bagnare le zampe e la testa dell’animale con acqua a temperatura ambiente per alleviare il caldo. Infine ricordiamo che in commercio esistono dei tappetini, delle bandane e dei giocattoli refrigeranti per i nostri amici a quattro zampe. Il nostro appello per l’estate è soprattutto rivolto al non abbandonare gli animali, anche nel periodo estivo i nostri animali ci amano, e vorrebbero passare con noi le vacanze. Non abbandonateli, li condannereste ad una morte certa”.


In questo articolo: