Villaspeciosa, in Parlamento il caso migranti: “In piazza armati di bastone, pali e coltelli”

Il Deputato di FdI, Salvatore Deidda, annuncia un’interrogazione parlamentare al Ministro dell’Interno dopo i fatti di Villaspeciosa: “I nordafricani erano ospiti della casa di accoglienza del paese e questi – così come tanti altri arrivati nell’ultimo periodo, tipo gli algerini collocati a Monastir o Macomer – hanno reso il clima incandescente”

Il Deputato di FdI, Salvatore Deidda, annuncia un’interrogazione parlamentare al Ministro dell’Interno dopo i fatti di Villaspeciosa.
“Esprimo piena solidarietà alla comunità di Villaspeciosa, al Sindaco e all’Amministrazione per i fatti accaduti nella notte tra domenica e lunedì, dove alcuni cittadini stranieri, dopo un diverbio con altri giovani, sono tornati in piazza armati di bastoni, pale e coltelli. I nordafricani erano ospiti della casa di accoglienza del paese e questi – così come tanti altri arrivati nell’ultimo periodo, tipo gli algerini collocati a Monastir o Macomer – hanno reso il clima incandescente. Presenterò un’interrogazione al Ministro dell’Interno per chiedere l’immediato rimpatrio di coloro che sono clandestini, la verifica delle identità (in particolare l’età anagrafica) e la denuncia di chi ha fornito dichiarazioni mendaci, offrendo copertura e collaborazione”, è quanto dichiara il Deputato di FdI, Salvatore Deidda.


In questo articolo: