Una mostra al Teatro Civico di Cagliari dedicata a Roberto Longu

La mostra-concorso

Una mostra, e un concorso abbinato, dedicata all’artigianato artistico sardo. E’ “Semplicemente…” e la organizzano l’Associazione Studio l&P e Artimanos, associazione che racchiude oltre 50 artigiani da tutta l’isola. L’esposizione allestita fino al 31 luglio nelle sale del Teatro Civico di Cagliari, in via De Candia, si chiuderà con la premiazione dell’artigiano/artista il cui pezzo risponderà maggiormente al tema: ‘Semplicemente’. In mostra 25 pezzi tra ceramica, arte orafa, vetro, alta sartoria, tessitura e altro ancora di artigiani, tutti iscritti alla Camera di commercio: Massimo Boi, Giampaolo Mameli, Wilda Scanu, Angela Zoccheddu, Antonello Atzori, Maria Cristina Boy e Margherita Usai, Anna Catalano, Silvia Concas, Federico Coni, Francesca Addari, Domenico Cubeddu, Giovanni Deidda, Giampaolo Gabba, Maria Grazia Gavini, Simonetta Liscia, Andrea Marceddu, Juri Marrocu, Giampaolo Olianas, Valentina Pisu, Laura Puggioni, Caterina Porcu, Manuela Scotto, Walter Usai, Daniela Zedda, Roberta Zorcolo. In esposizione anche un pezzo della collezione di Roberto Longu. Infatti la manifestazione giunta alla terza edizione e sostenuta dall’assessorato comunale alla Cultura, viene proposta in occasione del terzo anniversario della scomparsa a soli 53 anni del ceramista cagliaritano apprezzato in particolare per le bottiglie a disco, divenute il suo marchio di fabbrica. Roberto Longu ha mosso i primi passi presso il laboratorio di Gian Luigi Mele, da cui negli anni si è staccato acquisendo un suo stile. Le sue ceramiche, bottiglie, piatti, anfore anulari, specchi, pesci, si fanno ammirare infatti per il gusto per la brillantezza e l’ uso espressivo del colore.

“Questa mostra mette in evidenza il lavoro del nostro artigianato artistico a cui il Comune riconosce un ruolo strategico, un settore che può dare un impulso alla promozione di Cagliari capitale della cultura – ha sottolineato Enrica Puggioni, assessore comunale alla cultura- quest’ amministrazione ha già pensato di fare della passeggiata coperta una vetrina permanente per i nostri artigiani”.

 

Fanno parte della giuria Anna Maria Montaldo, direttrice dei musei civici, la giornalista, Maria Paola Masala, il critico d’arte Davide Mariani, Angela Zoccheddu, presidente di Artimanos e ceramista e Gabriella Longu presidente Associazione Studio L&P.

Semplicemente…” vuole ricordare un amico e un collega – ha sottolineato Angela Zoccheddu – Roberto come tutti noi credeva in un lavoro dove l’elemento essenziale é la passione. La stessa passione che spinge noi di Artimanos a sostenere manifestazioni come queste, occasioni per promuovere il nostro prezioso artigianato. Ormai in Sardegna, a parte la fiera di Mogoro, non ci sono più eventi che diano stimolo e valore a queste settore”.

 

Il 31 luglio oltre alla cerimonia di premiazione si darà il via all’estrazione dei premi di una lotteria, 10 pezzi donati da artigiani sardi e il cui ricavato contribuirà all’organizzazione degli eventi e alla stampa dei cataloghi.

Quale miglior modo di ricordare, un amico, un collega, un fratello – commenta Gabriella Longu – se non quello di valorizzare un lavoro come quello dell’artigiano capace di creare pezzi artistici pur attenendosi alle esigenze della vita quotidiana?”.

All’esposizione si affianca anche un evento collaterale: la mostra ‘Ardisco’, con i lavori di 6 allievi del corso “Operatori della lavorazioni artistiche contro la dispersione scolastica”, gestito da Isfor Api.

 


In questo articolo: