Un “campioncino” del basket Siliqua approda alla Dinamo Sassari

Intervista a Nicolò Mura, giovane cestista siliquese passato di recente alla società sassarese campione d’Italia

Nicolò Mura, appena 15enne, siliquese, cresciuto nel vivaio della società di basket locale A.Dil. Basket Siliqua approda («in prestito», ha precisato Diana, dirigente della società siliquese) alla squadra giovanile della Dinamo Sassari. Nato a Cagliari il 9 maggio del 2000, alto 182 cm (non pochi per un giovanotto come lui), ha iniziato la sua bella esperienza cestistica a ottobre del 2010 e in appena quattro anni di attività nel settore giovanile è stato notato dallo staff tecnico della squadra sassarese, neo campione d’Italia, ed è stato quindi “ingaggiato”. «Ho iniziato a giocare a basket nel 2010», fa sapere Nicolò, «il mio primo allenatore è stato Stefano Frongia fino al 2013: una persona in gamba che mi ha insegnato le basi e la tecnica di questo sport e mi ha sempre aiutato a migliorare il mio gioco. Poi, nella stagione 2013/2014 mi ha seguito Roberto Cuneo, un grande allenatore con cui abbiamo fatto un buon campionato e sono anche cresciuto tecnicamente. Infine, nella passata stagione ho avuto come coach Simone Ghiani, che grazie ai suoi consigli mi ha consentito affinare la mia tecnica e di passare quindi nel settore giovanile della Dinamo Sassari». Che sensazione ti ha fatto sapere di andare a far parte della Società campione d’Italia? «Confesso che per me è, e rappresenta, un qualcosa di veramente straordinario. E’ davvero fantastico: quando ci penso mi sale l’adrenalina alle stelle. Per me questo passaggio è come un sogno ad occhi aperti e nello stesso tempo mi dà anche l’opportunità di migliorare ulteriormente le mie qualità». Cosa pensi che può aver indotto la società sassarese a puntare su di te? «Nel 2014 ho fatto un Summer Camp organizzato dalla Dinamo Sassari, nella base di Decimomannu. Il Camp è durato una settimana e ci ha allenato il coach Meo Sacchetti. È stata una bellissima esperienza partecipare a quell’evento; mi sono divertito tanto ed è stato un privilegio essere stato allenato da un allenatore come lui. Alla fine del Camp, è stata fatta una riunione fra  tutti i ragazzi partecipanti e lo staff della Dinamo Sassari. Hanno così premiato tre giocatori, uno di questo ero io. Meo Sacchetti mi disse che potevo diventare un giocatore e così mi presentò all’allenatore della squadra giovanile della Dinamo. Inoltre, mi regalò una sua Polo della Dinamo, un po’ troppo grande per me: taglia: 4XL, che comunque accettai molto volentieri». Ci fai sapere infine che Scuola frequenti? «Lo scorso anno ho frequentato l’Istituto Magistrale “Carlo Baudi di Vesme” di Iglesias, mentre a Sassari frequenterò il liceo linguistico Margherita di Castelvì». Un cordiale augurio a Nicolò dalla nostra redazione per una lunga e presitgiosa carriera cestistica.