Tutti pazzi per il sommergibile Gazzana: al porto la balena d’acciaio

Centinaia di cagliaritani in fila da questa mattina per visitarlo

Grande entusiasmo per il sommergibile Gazzana, decine in fila al Molo Ichnusa per visitare la “balena d’acciaio” della Marina Militare. Studenti, famiglie e persone di una certa età, tutti incuriositi dai segreti del sottomarino ormeggiato al porto di Cagliari. Un boom di visite già dalla mattina presto che ha fatto registrare il tutto esaurito per il primo turno previsto dalle 10 alle 12. 

Realizzato tra gli anni ‘80 e ’90, il sottomarino, intitolato al  capitano di corvetta Gianfranco Priaroggia Gazzana,  dopo la consegna alla Marina Militare, avvenuta nel 1995, ha subito una serie di ammodernamenti mirati a rendere sempre attuali ed efficaci le capacità tecnico-operative del battello. Lungo 66,36 metri e largo 6,83 metri il Gazzana può sviluppare una velocità di 12 nodi in superficie e 19 nodi in immersione. La principale peculiarità di un’unità subacquea è di poter svolgere le proprie missioni in modo assolutamente occulto, osservando e registrando ogni attività circostante senza alterare il comportamento e le abitudini dei soggetti coinvolti. 

Nel novembre 2013  il suo intervento permise il salvataggio di 176 migranti, il sequestro di un’imbarcazione e l’arresto di ben 16 cosiddetti scafisti. Il sottomarino ha partecipato anche all’operazione Mare Nostrum. Dopo il boom di questa mattina, il Gazzana, con il suo equipaggio di 51 uomini, sarà visitabile anche questo pomeriggio dalle 14 alle 16, e domani. Rimarrà ormeggiato al porto fino al 10 febbraio.


In questo articolo: