Tragedia al largo di Tortolì , due migranti trovati morti a bordo di un gommone

I corpi recuperati al largo di Tortolì, quasi sicuramente si tratta di due nordafricani. Sono morti dopo aver trascorso molti giorni in mare aperto. Il sindaco di Tortolì: “Tristezza, fatti simili non devono succedere mai più”

I corpi senza vita di due migranti sono stati recuperati dalla Guardia Costiera al largo delle coste di Tortolì. Erano a bordo di un piccolo gommone, partito probabilmente dalle coste del Nordafrica. Una volta portati a riva, sono intervenuti anche i carabinieri. Non sarà facile dare risalire all’identità dei due. Sulla tragica scoperta interviene anche il sindaco di Tortolì: “Ieri sera la Guardia Costiera di Arbatax ha intercettato al largo delle nostre coste un barchino con a bordo due migranti, purtroppo ormai senza vita. Una triste notizia che arriva in delle giornate di festività e raccoglimento che colpisce la nostra comunità e induce in noi importanti riflessioni. Un episodio che ci ricorda ancor di più, quanto questo fenomeno internazionale non sia poi così lontano”. 

“Auspichiamo che tutto ciò non accada più, che si lavori seriamente, con responsabilità e nuove soluzioni per arginare un fenomeno così complesso che continua a mietere vittime e a fare del Mediterraneo un cimitero. Che ci si adoperi per una gestione dell’immigrazione – sicuramente con l’assistenza e difesa della vita in mare, – ma che si provveda con un aiuto concreto e strutturale verso le aree geografiche di partenza. Un ringraziamento ai militari della Capitaneria di Porto di Arbatax coinvolti nel complesso e triste recupero in mare aperto dell’imbarcazione con le vittime, e ai carabinieri che hanno proceduto ai rilievi”.


In questo articolo: