Successo a San Gavino Monreale per la Mostra Regionale dello Zafferano

L’oro rosso conquista il pubblico

La 25ª edizione della Mostra Regionale dello Zafferano, tenutasi a San Gavino Monreale il 13, il 14 e il 15 novembre 2015, è stata un grande successo.

Istituita nel 1991 su iniziativa della Pro Loco locale, la Mostra rappresenta oggi il punto di riferimento per tutti i produttori e i consumatori di zafferano della Sardegna.

L’evento, organizzato dall’Amministrazione Comunale di San Gavino e dalla Pro Loco, ha interessato numerose location sparse in tutta la cittadina del Medio Campidano, all’aperto e al coperto. Straordinaria la risposta del pubblico, accorso da molte parti dell’isola.

Gli eventi si sono succeduti a ritmo serrato, a partire dal convegno inaugurale di venerdì 13 novembre intitolato “Lo zafferano, identità di un territorio: idee e progetti per la sua valorizzazione”. Tra le personalità intervenute, i Direttori Generali delle Agenzie Regionali ARGEA e LAORE, dott. Gianni Ibba e dott.ssa Maria Ibba.
Nicola Ennas, Vice Sindaco e Assessore all’Agricoltura, Ambiente, Cultura e Sport di San Gavino, ha fatto gli onori di casa di fronte a un folto pubblico. Successivamente, ha illustrato il progetto “Le vie dello zafferano”, con il quale l’amministrazione intende amplificare le potenzialità di questo prodotto su tutti i terreni possibili: agricolo-produttivo, commerciale, culinario, culturale e turistico, con la dovuta attenzione allo sviluppo delle strutture ricettive del paese, e verso la creazione di un
sistema di relazioni proficue con l’intera regione, anche in prospettiva di politiche di export e di promozione del territorio.

Sabato 14 e domenica 15, il protagonista assoluto è stato lo zafferano di San Gavino Monreale, con i suoi produttori e una miriade di iniziative dedicate. I visitatori hanno potuto assistere alla mondatura dei fiori presso la splendida Casa Museo Dona Maxima, acquistare il pregiato “oro rosso” direttamente negli stand dei produttori e assaporare i cibi tipici conditi con la preziosa spezia nelle degustazioni organizzate in diversi punti del paese dalla Pro Loco di San Gavino, dall’Istituto
Alberghiero di Arbus, oltre che da alcuni produttori e commercianti.
La manifestazione è stata nobilitata dalle innumerevoli iniziative di commercianti, espositori, hobbisti, artigiani e artisti non solo sangavinesi, e dalle attività delle associazioni locali.

Grande apprezzamento ha riscosso la riapertura al pubblico della Casa Mereu, fortemente voluta dall’Amministrazione Comunale. All’interno dei suoi locali sono state allestite alcune mostre e si è tenuto uno show coking con il maestro chef Alberto Sanna.

I visitatori hanno espresso soddisfazione per le degustazioni di vini D.O.C. promosse dai Consorzi di Tutela Vini di Sardegna, Vini di Cagliari e Vino Carignano del Sulcis e curate dai sommelier della Fondazione Italiana Sommelier. Graditissime le esibizioni, nelle strade e nelle piazze del paese, della Banda Musicale Città di San Gavino e del Gruppo Folk Città di Arbus.
Molto positivo anche il tour del trenino a vapore delle FFSS che, da Cagliari, ha condotto un folto gruppo di turisti a San Gavino per una giornata all’insegna di visite guidate alle realtà produttive e culturali, degustazioni e passeggiate tra stand e bancarelle.

Gran finale domenica 15 novembre in Piazza Marconi, dove si sono alternati sul palco alcuni gruppi musicali sangavinesi, in un clima di festa.

L’Amministrazione Comunale di San Gavino Monreale, pienamente consapevole di alcune criticità che restano da superare, si è dichiarata molto soddisfatta per il successo ottenuto e, nel ringraziare coloro che hanno contribuito a questo straordinario risultato, ha dato appuntamento a tutti alla prossima edizione.