Sovrintendenza, la vertenza che scotta: a rischio anche la Pinacoteca

Il caso finisce in Parlamento

Soprintendenza, in corso la contrattazione della vertenza che riguarda i tagli ai finanziamenti, la mancanza di un dirigente e dei servizi essenziali. Rischia la chiusura la Pinacoteca Nazionale, e ora spunta l’ipotesi di una divisione delle due Soprintendenze di Cagliari e Sassari in istituti di settore con competenza regionale. Una situazione già sperimentata nel 2008, e rivelatasi fallimentare. Della vertenza si è fatto portavoce Michele Piras, deputato di Sel in Parlamento, che proprio oggi ha presentato un’interrogazione al ministro per i Beni culturali.

 “Lo stato di crisi – spiega il deputato di Sel, Piras – ed abbandono in cui versa la soprintendenza per i beni architettonici, paesaggistici, storici ed artistici di Cagliari e Oristano è il manifesto più evidente dell’idea di cultura che imperversa nel Paese.

Il taglio drastico dei fondi, operato in ossequio alla cosiddetta spending review, ha mandato letteralmente in crisi gestionale ed organizzativa questa importante struttura che opera in un settore cruciale per l’Isola e rischia di produrre persino la chiusura della Pinacoteca Nazionale di Cagliari. Una situazione paradossale ed allucinante: proprio mentre la città di Cagliari si candida a Capitale della cultura per il 2019.

Le responsabilità sono evidenti e perciò – con questa interrogazione – chiamiamo il Ministero a risponderne davanti ai sardi ed ai lavoratori che in questi giorni hanno iniziato la loro giusta mobilitazione”.


In questo articolo: