Solinas: “Bene controllare che chi arriva in Sardegna non sia positivo, non serve il green pass per locali e ristoranti”

“Il tema vero è il controllo della circolazione virale. Se la Sardegna raggiunge una neutralità di fondo, come aveva fatto, rispetto ai contagi, è sufficiente evitare che arrivino nell’isola persone che portino il contagio. Se chi è positivo non può imbarcarsi su navi e aerei, in Sardegna non c’è bisogno di utilizzare il green pass per ristoranti, hotel e altri locali”, ha spiegato Solinas che entro oggi dovrebbe emanare la nuova ordinanza sui controlli agli arrivi in Sardegna

Solinas: “Bene controllare che chi arriva in Sardegna non sia positivo, non serve il green pass per locali e ristoranti”. Il parere del governatore è un no al green pass alla francese, come si legge dalle sue parole di oggi a Sassari riportate dall’Ansa: “”Diciamo anche che attualmente la situazione è sotto controllo; fortunatamente le ospedalizzazioni sono basse e questo ci consente di governare il tempo in maniera migliore”. Il presidente si è detto invece contrario al green pass stile francese, per consentire l’ingresso nei locali pubblici: “Il tema vero è il controllo della circolazione virale. Se la Sardegna raggiunge una neutralità di fondo, come aveva fatto, rispetto ai contagi, è sufficiente evitare che arrivino nell’isola persone che portino il contagio. Se chi è positivo non può imbarcarsi su navi e aerei, in Sardegna non c’è bisogno di utilizzare il green pass per ristoranti, hotel e altri locali”, ha spiegato Solinas che entro oggi dovrebbe emanare la nuova ordinanza sui controlli agli arrivi in Sardegna.


In questo articolo: