Serramanna, sorpreso mentre appicca un incendio a un bosco di eucaliptus: agricoltore in manette

In manette un altro incendiario in Sardegna: il quinto, 39 denunciati

Lo hanno sorpreso mentre appiccava un incendio a un bosco di eucaliptus. E’ finito cosi in manette un agricoltore di 56 anni di Serramanna. Lo hanno arrestato gli agenti forestali della Regione, in collaborazione con la Compagnia Barracellare. Lo hanno colto il flagrante, con il cerino in mano si potrebbe dire. L’uomo ha ammesso le sue colpe, e sarebbe responsabile anche di altri roghi nella stessa zona.  Il territorio comunale di Serramanna quest’estate è stato colpito da diversi incendi che hanno distrutto colture, rimboschimenti, impianti irrigui e strutture a servizio della aziende agricole.

L’ultimo arresto è il quinto di quest’anno, mentre 39 sono le persone denunciate.

Non conosce sosta l’attività di contrasto agli incendi del corpo forestale della Regione, iniziata con il primo intervento di rilevante criticità il 19 maggio; a decorrere da tale data sono stati effettuati ad oggi 998 interventi.

I dati elaborati dal Corpo Forestale evidenziano che il fenomeno degli incendi è quasi sempre originato dall’uomo: per il 60% le cause sono dolose, per il 30% colpose, e per la restante quota risultano non definite.

Numeri che attestano, dice il Presidente della Regione Christian Solinas, l’immenso valore dell’impegno profuso dai nostri agenti a difesa dei cittadini, dei loro beni, dell’ambiente. Sono dati incontestabili che spazzano via, con la loro evidenza, polemiche strumentali e accuse infondate.


In questo articolo: