Seconde case, Solinas: “Niente chiusura della Sardegna, per i turisti un secondo tampone dopo 5 giorni”

Niente chiusura della Sardegna, chi arriva da nave e aereo dovrà sottoporsi a un secondo test 5 giorni dopo lo sbarco. Questo il piano del presidente della Regione Christian Solinas per arginare la diffusione del virus nell’Isola, unica zona bianca d’Italia.

Niente chiusura della Sardegna, chi arriva da nave e aereo farà un secondo tampone 5 giorni dopo l’arrivo sull’Isola. Questo il piano del presidente della Regione Christian Solinas, intervistato dalla giornalista Annalisa Chirico. “La Sardegna grazie all’impegno dei sardi ha raggiunto un obiettivo importante, ma ora la vera sfida è mantenere il risultato quando le curve italiane peggiorano”, ha dichiarato Solinas, “abbiamo sempre accolto con amicizia tutti quelli che hanno a cuore al Sardegna oggi chiediamo di avere una cautela in più chiediamo a loro di farlo in sicurezza: o il vaccino o un test prima dell’imbarco per certificarne la negatività chiederemo che un ulteriore test dopo 5 giorni per evitare di diffondere il virus.

E’ importante mantenere un livello di guardia elevato.  Serve la collaborazione del Governo per la vaccinazione di massa dell’Isola per avere la popolazione completamente immunizzata”.


In questo articolo: