Scioglimento Forza Nuova, Draghi prende tempo: “Ci stiamo riflettendo”

Pd M5s, Iv e Leu chiedono al centrodestra di non sfilarsi, di convergere sulle mozioni presentate sullo scioglimento dell’organizzazione

L’obiettivo è stemperare la tensione, evitare che possano scoppiare nuovi incidenti, che possa tornare un clima da ’68 nel Paese. Lo scontro in Parlamento resta, Pd M5s, Iv e Leu chiedono al centrodestra di non sfilarsi, di convergere sulle mozioni presentate sullo scioglimento di Forza Nuova e che saranno discusse il 20 ottobre. Ma allo stesso tempo l’appello arrivato dai vertici istituzionali è quello di non soffiare sul fuoco, anche perché l’Italia dopo le immagini dei manifestanti che assaltano la sede della Cgil è finita sotto i riflettori internazionali.

E dunque solo la settimana prossima si discuterà sia alla Camera che al Senato delle conseguenze delle violenze di piazza, con il timore che sabato la manifestazione antifascista possa trasformarsi in un nuovo terreno di scontro, per di più il giorno prima dei ballottaggi.   Il 19 ottobre poi ci sarà un’informativa urgente del ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese. Continua a leggere su Agi.it


In questo articolo: