Sardegna, cifre da capoGiro d’Italia: è costato due milioni e mezzo

“Due milioni e 500 mila euro”. È questo il costo della “Grande partenza del Giro d’Italia 2017”  per la Regione Autonoma della Sardegna “oltre all’eventuale IVA e agli altri oneri di legge”. L’inchiesta di Marcello Polastri

“Due milioni e 500 mila euro”. È questo il costo della “Grande partenza del Giro d’Italia 2017”  per la Regione Autonoma della Sardegna “oltre all’eventuale IVA e agli altri oneri di legge”. È quanto si legge nella delibera della Giunta regionale numero 49/20 del 2016, con i nomi del direttore generale De Martini e del Vicepresidente Raffaele Paci

UNA CIFRA da capoGiro alla quale è stata accostata, nero su bianco nella delibera, “la possibilità di sostenere ogni altra spesa utile, necessaria per garantire la migliore organizzazione dell’evento e la promozione più efficace della destinazione Sardegna”. Si parla, in breve, di “una spesa non superiore ai 3 milioni di euro oltre a IVA e oneri di legge”. La scelta della Regione di destinare questa cifra al Giro D’Italia è stata illustrata nel documento motivando la partenza del Giro d’Italia in Sardegna come una bella vetrina per l’impatto economico e turistico della nostra isola, specialmente per le zone interessate e quindi tra le tappe dal Giro. Non solo. Circa tre milioni di euro sono stati destinati al Giro anche per la straordinaria visibilità mediatica che lo stesso ha scatenato. Secondo i dati ufficiali che Rcs Sport ha fornito alla Regione, l’evento è stato trasmesso da 125 emittenti televisive, 243 testate giornalistiche, 40 testate radiofoniche, 265 web-portali. La grande partenza del Giro d’Italia è stata seguita in 192 paesi ed è divenuta oggetto di notizie grazie all’attività di ben 87 uffici stampa, 30 agenzie di mediatiche e 37 fotografiche. I giornalisti che secondo la delibera della Regione Sardegna avrebbero dovuto “lavorare” seguendo il Giro, ben 1380. Quattro le case di produzione impegnate. I fotografi? 660 quelli ufficiali, ma lo smodato uso degli smartphone fa pensare che in circolo ci saranno diverse migliaia di immagini in rete. Immagini di biciclette e ciclisti di passaggio in Sardegna, stanno diffondendo e facendo conoscere la Sardegna. Soldi e numeri, il Giro d’Italia. Soldi e cifre. Ma anche, e soprattutto,  sport sano e cultura. Per chi piace pedalare e sognare di vincere. 


In questo articolo: