Sant’Isidoro come Sant’Efisio: una processione simbolica per le vie del centro abitato del Santo protettore degli agricoltori

Questa mattina a Morgongiori si è celebrata la festività  seguendo le misure in vigore per il contenimento del diffondersi del Covid-19. I cittadini hanno abbellito le strade con fiori e arazzi e hanno potuto assistere al passaggio del Santo esclusivamente dai balconi

Sant’Isidoro come Sant’Efisio: una processione simbolica per le vie del centro abitato del Santo protettore degli agricoltori. Questa mattina a Morgongiori si è celebrata la festività  seguendo le misure in vigore per il contenimento del diffondersi del Covid-19. I cittadini hanno abbellito le strade con fiori e arazzi e hanno potuto assistere al passaggio del Santo esclusivamente dai balconi o dagli ingressi delle proprie abitazioni muniti delle apposite protezioni delle vie respiratorie.
Una ricorrenza, questa del 15 maggio, molto sentita e attesa soprattutto nei centri più interni dell’isola. Ogni anno, i trattori e le  traccas sfilano addobbati a festa per le strade dei paesi seguiti da centinaia di fedeli per auspicare raccolti abbondanti e rigogliosi. Una tradizione che si rinnova ogni anno e che nemmeno l’emergenza covid-19 ha interrotto nel piccolo centro dell’oristanese. Il Santo, accompagnato solo dal parroco, dalle forze dell’ordine, dal sindaco Renzo Ibba e dalle poche persone autorizzate, è stato salutato dai cittadini che hanno adottato il massimo rispetto delle prescrizioni indicate.

In questo articolo: