Rissa dopo il decollo, l’aereo Ryanair costretto all’atterraggio

Rissa dopo il decollo, aereo Ryanair costretto all’atterraggio. L’aeromobile accolto dalla polizia che ha arrestato uno dei passeggeri

Si sono lasciati prendere un po’ troppo dall’ira due passeggeri aggressivi, tanto da creare il panico sull’aereo e causare la deviazione del volo. Un velivolo della Ryanair ha dovuto fare inversione e tornare all’aeroporto di Londra Stansted, da dove era partito, a seguito di un violento litigio fra passeggeri scoppiato appena 15 minuti dopo il decollo. L’aereo diretto a Lisbona, è stato accolto al rientro dalla polizia, che ha arrestato uno dei due protagonisti nella zuffa, mentre gli altri passeggeri sono stati reimbarcati su un altro volo. «Non tollereremo condotte turbolente e insubordinazione. La sicurezza e il comfort di clienti, equipaggio e velivolo sono la nostra priorità numero uno», ha sottolineato un portavoce della compagnia low cost. Come risultato della deviazione di tre ore, i passeggeri che viaggiano nell’altra direzione hanno dovuto affrontare lunghi ritardi. Episodi del genere non sono nuovi alla cronache a causa di passeggeri turbolenti che si comportano in modo deplorevole e aggressivo una volta sull’aereo, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti“, qualcosa che non può e non deve essere tollerato. I compagni di viaggio e le famiglie che viaggiano per lavoro o una meritata vacanza non dovrebbero essere sottoposti a questo comportamento. E’ ora che si intraprendano ulteriori azioni a sostegno dell’equipaggio per garantire che i responsabili siano ritenuti responsabili delle loro azioni per far sì che i clienti possano volare in un ambiente sicuro e senza problemi. Ora, comunque, il responsabile dovrà sborsare 25mila euro per ripagare i danni alla compagnia aerea.


In questo articolo: