Rischiano l’estinzione, stop alla pesca dei ricci di mare per 3 anni in Sardegna

La decisione è del Consiglio regionale. Mura, Fdi: “La legge ha effetto immediato. I pescatori professionisti verranno coinvolti nella pulizia dei fondali e la Sardegna avrà un mare più pulito e avrà salvato una specie in fortissima difficoltà”

Stop per tre anni alla pesca dei ricci in Sardegna. Dopo le tante polemiche legate proprio alla pesca e al consumo del riccio, con petizioni via web da parte di semplici cittadini e associazioni ambientaliste e ristoratori divisi, arriva il “fermi tutti” ufficiale del Consiglio regionale, con una legge ad hoc, primo firmatario il capogruppo di Fratelli d’Italia Francesco Mura. Il nuovo provvedimento sarà operativo quando finirà la discussione della legge regionale Omnibus. “Con l’emendamento 483, che mi vede primo firmatario, il Consiglio regionale blocca la pesca ai ricci di mare per tre anni. È una proposta condivisa con il sistema dei pescatori professionisti che prima di tutti gli altri hanno avvertito il rischio di estinzione della specie”, così Francesco Mura, nel commentare il voto favorevole dell’Aula di via Roma.

 

 

 

“Il 12 febbraio scorso il gruppo Fratelli d’Italia ha presentato una proposta che viene sostanzialmente inserita nella legge 284, avendo così effetto immediato. I pescatori professionisti verranno coinvolti nella pulizia dei fondali e la Sardegna avrà un mare più pulito e avrà salvato una specie in fortissima difficoltà”.


In questo articolo: