Riparte il XXI Corso Universitario UNICEF: l’inaugurazione

Un impegno visibile per i bambini invisibili

Riparte il XXI Corso Universitario UNICEF per l’anno Accademico 2015. Venerdì, 27 febbraio, ore 18.00, Aula Magna della Facoltà di Studi Umanistici ( ingresso via Trentino) si terrà l’ inaugurazione del XXI Corso Universitario organizzato dal Comitato provinciale per l’Unicef ,dall’ l’Università degli Studi di Cagliari ,con il patrocinio della Fondazione Banco di Sardegna.
Un impegno visibile per i bambini invisibili, che vede l’UNICEF in prima linea nella promozione della Convenzione ONU del 20 novembre 1989 sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Le lezioni si terranno, con cadenza settimanale, ogni venerdì da febbraio a maggio per un totale di 12..incontri. Il Corso di Educazione allo Sviluppo si articola in tre moduli.

Nel primo si parlerà di diritti dei minori con un intervento di Laura Baldassarre, Ufficio Nazionale del Garante, della Convezione ONU e dei suoi Protocolli opzionali; ma non solo. Carlo Pilia, docente di diritto privato Facoltà di Giurisprudenza dell’Ateneo cagliaritano, tratterà dell’importanza del processo di mediazione culturale come veicolo per promuovere i diritti dei bambini.

Il secondo modulo è interamente dedicato agli obiettivi ONU del millennio: abbattere la povertà e promuovere l’istruzione.

Il terzo, invece, si focalizzerà sulla protezione dell’infanzia: uno sguardo responsabile sulla condizione dei bambini che vivono nelle zone di guerra, ma anche di quelli che patiscono la crisi economica che sta attraversando il nostro paese. Vecchie e nuove povertà a confronto tutela dei minori, da abusi e sfruttamento emergenze che in tempo di crisi si moltiplicano e si sovrappongono.
Ampio spazio sarà dato al tema della partecipazione degli adolescenti riguardo alla progettazione partecipata. A parlarne sarà Linda Poletti, architetto della studio milanese “Pasce colorato”. Ed ancora si tratterà di scuola multietnica, un mondo possibile realizzato a Roma dal pedagogista Massimo Guidotti e dalla scuola Celio Azzurro.

Le domande per il riconoscimento dei crediti ai frequentanti, sono state inoltrate ai Presidi, ai Direttori dei Corsi di Laurea e ai Presidenti degli Ordini Professionali.