Aurelio Sirigu di Senorbì a Radio Casteddu: “Mi hanno rubato 20 piante di ulivo”

“Non è la quantità economica il problema ma dopo tutto il lavoro che ho fatto nel piantarle: la campagna per me è l’unica passione dalla quale posso trarre soddisfazioni durante la pandemia”

Senorbì, 20 piante di ulivo rubate. Il proprietario Aurelio Sirigu, 75 anni, ai microfoni di Radio Casteddu racconta quanto accaduto: “Non è la quantità economica il problema, si tratta di circa 150 euro, ma dopo tutto il lavoro che ho fatto nel piantare queste piante, scelte una per una, il giorno dopo sono andato per legarle ad un tutore e sono sparite. Sono state piantate e portate via, queste piantine erano provviste di zolla, alte circa un metro, il furto dovrebbe essere avvenuto durante il coprifuoco perché il posto dove si trova il campo è una strada molto trafficata. Quindi o è stato fatto di notte o intorno alle 2/3 del mattino. Hanno agito quindi indisturbati anche perché, per il fatto che erano state appena impiantate, non c’è voluto nulla per essere estirpate. Sul momento ho avuto un attacco di nervoso talmente forte che mi è venuto da piangere proprio perché l’atto compiuto nei miei confronti è stato veramente vigliacco. La campagna per me, come per tanti altri, è l’unico sfogo, l’unica occasione per respirare aria pura, stare tranquilli e dedicarsi alla natura, alle piccole cose da cui possiamo trarre soddisfazioni in questo periodo difficile legato alle restrizioni della pandemia”.
Risentite qui l’intervista a Aurelio Sirigu di Paolo Rapeanu e Gigi Garau https://www.facebook.com/castedduonline/videos/422985948853270/
e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU


In questo articolo: