Quartu senza canile, gara deserta: 400 cani ospitati sino a marzo a Selargius

Il Comune pronto a pagare più di 130mila euro per i prossimi 3 mesi, la città potrà avere un nuovo canile non prima del 2026, probabilmente a Sa Serrixedda. Scatta l’affidamento urgente, il vicesindaco Sanna: “Nel prossimo bando proporremo direttamente 3,90 euro al giorno per ogni cane, 3,10 non sono sufficienti

A Quartu la gara per la custodia dei cani è andata deserta, idem la procedura negoziata. E, allora, in attesa di avere un vero canile comunale, possibile non prima del 2026 probabilmente a Sa Serrixedda, dopo l’ufficializzazione del Puc, il Comune corre ai ripari e affida, sino a marzo, i 400 cani al canile Shardana di Selargius, per un costo di oltre centotrentamila euro. Ok a 3,70 euro al giorno per ogni cane, l’annuncio arriva dal vicesindaco Tore Sanna: “C’erano due ditte che hanno voluto visionare i documenti di gara”. Una è Shardana, l’altra “Chinarello di Assemini. Shardana ci ha fatto sapere che il prezzo a base d’asta di 3,10 euro era basso, alla fine abbiamo accettato di dare tre euro e settanta centesimi al giorno per la custodia di ogni cane. Affidamento completato, sarà realtà dal prossimo primo gennaio”. Una soluzione tampone, quindi, in attesa del nuovo bando e della nuova gara: “La prossima volta proporremo direttamente 3,70 euro per ogni animale, ormai gli ultimi affidamenti raggiungono anche i tre e euro e novantaquattro centesimi”.
Per i prossimi quattro anni, l’aria che tira è quella di altri affidamenti non definitivi, quindi. La terza città della Sardegna non ha mai avuto un canile totalmente in mano al Comune.


In questo articolo: