Quartu, boom di sos per gli affitti: 225mila euro anche a chi prende il reddito di cittadinanza

Più soldi stanziati dalla Giunta Milia per il sostegno alla locazione, l’elenco delle richieste non sarà corto. Bonus sicuro per chi ha il sussidio del Governo: ci penserà l’Inps a fare i controlli e le rimodulazioni


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Sono tante le richieste di sostegno alla locazione a Quartu e il Comune, su richiesta del dirigente del settore delle Politiche sociali, ha deciso di mettere sul piatto 225mila euro in più. La decisione è della Giunta guidata dal sindaco Graziano Milia, si tratta dei fondi della legge 431 del 1998: i destinatari finali dei contributi sono i cittadini, regolarmente residenti a Quartu e titolari di contratti di locazione ad uso residenziale di appartamenti occupati come abitazione principale. Per presentare le domande c’è tempo, online, sino a metà dicembre: sarà poi compito degli uffici comunali analizzarle e stilare l’elenco definitivo dei beneficiari. Una partita economica importante alla quale partecipano diversi enti, non solo quello di via Eligio Porcu, ma anche l’Inps.
Spetta proprio all’istituto nazionale per la previdenza sociale, infatti, effettuare la compensazione, per tutti quelli che prendono il reddito di cittadinanza, per la quota destinata all’affitto. In pratica, non saranno garantiti soldi in più ma, con i 225mila euro, saranno coperte anche tutte quelle situazioni di cittadini che non arrivano, con il solo bonus del Governo, a coprire gli affitti mensili.


In questo articolo: