Quartello come la Marina: “Delunas, la tua musica non ci fa dormire”

Dopo l’ok alla musica live sino alle 6 al Poetto, la rabbia dei residenti di Quartello: “Qui sembra di avere le casse dentro casa, dormire è impossibile. Grazie sindaco”

Quartello come la Marina: “Sindaco Delunas, la tua musica live non ci fa dormire”. Il giorno dopo l’ordinanza “rivoluzionaria” del primo cittadino di Quartu, che ha deciso di prorogare la musica live al Poetto sino ad alba inoltrata, esplode la protesta dei residenti del quartiere che più si affaccia verso il mare.

Quartiere-dormitorio, così tutti hanno spesso chiamato la zona di Pitz’e Serra. Quartiere che a dormire, in queste “certe notti”, proprio non ce la fa più: “Qualcuno dica al sindaco Delunas che oltre ai giovani esiste ance il riposo”, si lamentano i residenti, sulla stessa lunghezza d’onda di quelli del rione cagliaritano attorno al porto. “Vorrei sapere se il sindaco o meglio il sindaco dimissionario, la notte dorme oppure va nei baretti del litorale Quartese. Forse non si rende conto che anche coloro che non frequentano i locali notturni del poetto, dove si balla, hanno diritto di riposare.
Altresì mi chiedo se i vigili inesistenti, controllano i limiti acustici imposti dal Piano Comunale di Classificazione Acustica. Forse non abitano al Quartello dove sembra di avere la musica in casa. Buon riposo a coloro che non abitano al Quartello e che pertanto possono riposare”.


In questo articolo: