Pula, nuove regole per la movida: musica nel rispetto del riposo

L’ordinanza emessa ieri dal sindaco Medau

Nuove regole per la movida di Pula. Ieri il sindaco Carla Medau ha firmato un’ordinanza con cui dispone delle deroghe ai limiti delle sorgenti sonore, per spettacolo e intrattenimento musicale. Indicando nuovi valori di immissione concessi per spettacoli tra cui piano bar, karaoke, spettacolo dal vivo, conciliando le esigenze di quiete e di riposo dei cittadini con la necessità di rivitalizzare il territorio comunale con l’intrattenimento e l’animazione necessari in una destinazione turistica come Pula.

Per quanto riguarda gli spettacoli e trattenimenti musicali (piano bar, karaoke, orchestra, complesso e/o strumento musicale anche singolo, spettacolo dal vivo, luna park, cabaret) nonché l’utilizzo di sorgenti sonore fisse e mobili esercitate all’aperto e quelle comportanti emissioni sonore all’esterno, il Comune fissa i valori massimi da rispettare. Da 65 a 88 decibel fino a mezzanotte, da 55 a 80 fino all’1, e da 50 a 75 dopo l’1. Mentre, dalle 15 alle 17, c’è il divieto assoluto di qualsiasi emissione sonora. Multe salate per chi non rispetta le regole: la sanzione amministrativa va da 258 euro fino a 10,329 mila euro.

 


In questo articolo: