Pula, esplode la crisi politica: bilancio ko in aula, giunta in bilico

Clamorosa bocciatura del Documento Unico di Programmazione, essenziale per approvare il bilancio. La Sindaca Medau non ha i numeri: vota contro anche l’assessora dimissionaria Annalisa Capobianco. Il comune in esercizio provvisorio, non potrà più spendere neanche un euro

Pula, la maggioranza si sgretola. La sindaca Medau non ha i numeri per approvare il Dup, il documento unico di programmazione, strumento indispensabile per l’approvazione del bilancio di previsione per l’esercizio finanziario. E quindi fondalmentale per amministrare il paese. Sette voti a favore e nove contro, tra questi anche l’assessore dimissionario alla cultura Annalisa Capobianco e i consiglieri del gruppo Libertas che da tempo si sono staccati dalla maggioranza (Gabriele Orbai, Ilenia Urru, Ettore Caboni Emanuele Olla), più i voti della minoranza. Una astensione.

La disfatta questo pomeriggio si è vista chiaramente in consiglio. La sindaca non avendo numeri è stata costretta a sospendere la seduta.

“Siamo in gestione provvisoria – ha commentato- il Comune da ora non può spendere neanche un euro. I prossimi giorni darò comunicizoni per comprendere come portare avanti questa amministrazione o andare a casa, se non ci sono le condizioni per proseguire.  Questo significherebbe un commissariamenteo lungo 14 mesi se non troviamo un equilibrio. Ciò vuol dire che tutte le iniziative che volevamo portare avanti non potranno essere concretizzate. Confido in una presa di coscienza. Cercherò di protare avanti nel modo piu dignitoso questo mandato per il bene della città” ha concluso Medau.


In questo articolo: