Povero Mattia, travolto e ucciso a 14 anni da un’auto “che viaggiava come un missile a 300 all’ora”

Sgomento e commozione per la tragica fine del ragazzo. Alla guida dell’auto un 22enne, arrestato dopo che il test tossicologico ha dato esito positivo

Povero Mattia, travolto e ucciso a 14 anni da un’auto “che viaggiava come un missile a 300 all’ora”. Sgomento e commozione per la tragica fine del ragazzo. Era uscito con alcuni compagni per festeggiare la fine della scuola, stava passando con due di loro da un lato all’altro di via Cilea a Roma quando un’auto l’ha travolto, poco dopo le 23. “I tre hanno percorso i primi metri assieme, poi i due amici hanno visto la macchina arrivare e sono riusciti a indietreggiare, mentre lui è stato centrato. “Viaggiava come un missile”, raccontano alcuni testimoni a proposito della vettura, una Peugeot 108. Mattia è morto sul colpo, inutili i soccorsi. Alla guida dell’auto un 22enne, arrestato dopo che il test tossicologico ha dato esito positivo. Il giovane sarà probabilmente processato per direttissima”, spiega nei dettagli il nostro giornale partner Quotidiano.net.


In questo articolo: