Potere e criminalità organizzata: come comunica la mafia

Oggi alle 15 Attilio Bolzoni incontra e dibatte con gli studenti del corso di laurea in Scienze della comunicazione. L’inviato di Repubblica è uno dei maggiori esperti del fenomeno mafioso in Italia

Oggi, lunedì 9 marzo, alle 15, l’aula 6 “Geymonat”, facoltà di Studi umanistici – corpo centrale, piazza d’Armi – ospita Attilio Bolzoni, scrittore, cronista ed esperto del fenomeno mafioso in Italia. L’inviato del quotidiano Repubblica dibatte sul tema “Come comunica la mafia” con gli studenti del corso di Scienze della comunicazione.

Attilio Bolzoni. Tra i giornalisti italiani che meglio conoscono il fenomeno mafioso, Attilio Bolzoni da anni racconta ai lettori del quotidiano “la Repubblica” gli intrecci tra criminalità organizzata e potere. Autore di inchieste coraggiose che hanno poi trovato respiro in libri di grande successo, approda in città anche su spunto di Libera Sardegna. Bolzoni è tra i protagonisti di “I cento passi verso il 21 marzo”. L’iniziativa viene proposta in collaborazione con il centro servizio per il volontariato “Sardegna Solidale” che in sedici centri della Sardegna rilancia il tema della lotta alla mafia in vista della manifestazione in programma a Bologna per la ventesima edizione della Giornata delle memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

Gli appuntamenti. Attilio Bolzoni stamani è al centro di tre appuntamenti a Cagliari. Alle 9.30 presenta agli studenti dell’Istituto tecnico “Marconi” di Cagliari il suo volume “Uomini soli”, che ripercorre le vicende di quattro martiri della mafia: Pio La Torre, Carlo Alberto dalla Chiesa, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Alle 15 incontra gli studenti del corso di Scienze della comunicazione. Infine, alle 17, al cinema Odissea – viale Trieste, Cagliari – Bolzoni presenta “Silencio”, film documentario firmato con Massimo Cappello e incentrato sul dramma dei giornalisti uccisi dai narcotrafficanti messicani. Alla proiezione seguirà un dibattito (moderato dal giornalista Vito Biolchini) a cui partecipano il procuratore della Repubblica di Cagliari, Mauro Mura, Luigi Minerba (assessore comunale servizi sociali), don Marco Lai (responsabile Caritas regionale), Maria Francesca Chiappe (Unione Sarda), Claudia Loi e Pino Pilocca (rappresentanti associazione Familiari Vittime di Mafia), Bruno Loviselli (presidente Co.Ge Sardegna) e Giampiero Farru (Libera Sardegna). Domani, martedì 10, Bolzoni è a Nuoro (ore 9.30, liceo “Satta”). Alle 16 è a Sassari dove – sala Angioy della Provincia – prende parte al dibattito che precede la proiezione di “Silencio”. Mercoledì 11 a San Gavino, ultima tappa sarda dell’inviato di Repubblica. Bolzoni presenta “Uomini soli” e la proiezione di “Silencio” alle 9.30 presso l’Aula magna dell’istituto Lussu.