Poetto, raffica di multe per i non residenti: “Vogliamo parcheggi”

L’assessore Coni: “Nessuna criticità, i parcheggi esistono e sono oltre 3 mila, 300 in più rispetto a due anni fa”

Nuovi parcheggi riservati ai residenti e nuove polemiche al Poetto. A sollevare il problema sono i tanti bagnanti cagliaritani. “Due settimane fa c’è stata una raffica di multe alla quarta fermata – spiega Franco Murgia –  centinaia di cittadini sanzionati perché la sosta era consentita solo ai residenti. Per noi non esistono più posteggi vicino alla spiaggia e non mi sembra corretto: serve più tolleranza”.

Il Comune. “I parcheggi esistono – precisa l’assessore alla Mobilità Mauro Coni – e sono oltre 3 mila, tra Ippodromo, Marina Piccola e quelli a spina di pesce nel lungo Saline. Esattamente 300 in più rispetto a due anni fa. Mentre quelli per i residenti sono 120 in tutto. Le criticità si sono registrate a luglio, ma il mese successivo è stato aperto lo sterrato dell’Ippodromo che ha risolto la situazione”. Nessun disagio, quindi, per il Comune. “L’unico problema è non trovare più un parcheggio a 50 metri dalla spiaggia come prima – dice Coni – ma l’obiettivo è proprio quello di godersi un Poetto senza il caos e lo smog delle auto. Vorrei ricordare la grave situazione del lungomare fino a un anno fa: macchine sull’arenile, la mancanza di marciapiedi e i bus che non riuscivano a passare. Credo che la situazione sia migliorata”.


In questo articolo: