Picchia e violenta la compagna per anni, lei non lo denuncia: divieto di avvicinamento per un 40enne di Oristano

Anni di violenze, insulti, minacce e maltrattamenti di ogni genere. Un inferno, quello vissuto da una giovane donna oristanese: il “carnefice”, il suo compagno, non potrà avvicinarsi a lei dopo la decisione della procura della Repubblica. La donna, in lacrime, ha deciso di non denunciare l’uomo ma la polizia è intervenuta lo stesso

Per anni avrebbe picchiato, insultato, minacciato e maltrattato la sua compagna. Una situazione di inferno, quella vissuta da una ragazza di Oristano, da parte del suo (ormai) ex compagno di 40 anni. La donna, dopo l’ennesimo caso di violenza, si è rivolta a un centro antiviolenza ed è stata accompagnata dalle operatrici in questura: lì, in lacrime, ha raccontato tutto quello che è successo in tanti anni. Sofferenze e terrore avvenute di frequente, che però hanno portato la vittima a non denunciare il suo “carnefice”. Sono stati gli agenti della questura a iniziare comunque delle indagini che hanno portato ad acquisire tutta una serie di elementi utili a far scattare un provvedimento restrittivo nei confronti del ragazzo

Così, dopo la disposizione della procura della Repubblica di Oristano, è arrivata la “misura cautelare del divieto di avvicinamento e comunicazione” nei confronti della donna. Tradotto: non potrà nè avvicinarsi nè parlare con la sua ex compagna. Se il quarantenne non dovesse rispettare le nuove disposizioni, scatteranno decisioni ancora più “forti” da parte delle Forze dell’ordine.


In questo articolo: