Perchè mangiamo cibo spazzatura? Il cervello viene ingannato dalla scienza

Molti di noi sanno che il cibo spazzatura non fa bene. Sappiamo che la cattiva nutrizione è legata ai problemi di cuore, alla pressione alta, e ad una miriade di altri disturbi della salute. Potreste persino sapere che gli studi dimostrano che mangiare cibo spazzatura è stato collegato all’aumento della depressione. Ma se ci fa così male perché continuiamo a farlo? C’è una risposta

A cura di Raffaella Aschieri (@dietistaMenutrix)

Molti di noi sanno che il cibo spazzatura non fa bene. Sappiamo che la cattiva nutrizione è legata ai problemi di cuore, alla pressione alta, e ad una miriade di altri disturbi della salute. Potreste persino sapere che gli studi dimostrano che mangiare cibo spazzatura è stato collegato all’aumento della depressione. Ma se ci fa così male perché continuiamo a farlo? C’è una risposta. E la scienza che c’è dietro vi sorprenderà. Ci sono due fattori che rendono l’esperienza piacevole e da ripetere infinite volte. In primo luogo, c’è la sensazione di mangiare il cibo. Ciò include quale sapore piace (salato, dolce, umami, etc.), quale odore piace, e cosa si prova in bocca. Quest’ultima qualità, nota come “sensazione orale” può essere particolarmente importante. Le industrie alimentari spendono milioni di euro per scoprire il livello più soddisfacente di croccantezza in una porzione di patata. I loro scienziati testeranno la perfetta quantità per fargli fare cilecca in una bibita.

Questi fattori si combinano per creare la sensazione che il vostro cervello associa ad un particolare alimento o bevanda. Il secondo fattore è l’ attuale composizione dei macronutrienti del cibo, la miscela di proteine, grasso e carboidrati che contiene. Nel caso del cibo spazzatura, i produttori sono sempre alla ricerca di una perfetta combinazione di sale, zucchero e grassi che eccitano il vostro cervello per ottenere di più. Come la scienza crea le voglie? Ci sono una serie di fattori che gli scienziati e i produttori alimentari usano per rendere il cibo più coinvolgente. La prima e’ il Il Contrasto dinamico. Il contrasto dinamico si riferisce a una combinazione di sensazioni diverse nello stesso cibo. “…un guscio commestibile da sgranocchiare seguito da qualcosa di morbido o cremoso e ricco di composti gusto- attivi. Pensate a quanti spot pubblicitari ci sono che fanno leva su questo mix per invogliarvi a consumare snack di questo tipo. Questa regola si applica a una serie di nostre strutture di alimentazione preferita, il caramellato apice della crema catalana, una fetta di pizza, o un biscotto Oreo ma anche alls patata surgelata fritta croccante fuori e morbida dentro – il cervello trova quello che è sgranocchiabile attraverso qualcosa come questo cibo nuovo ed emozionante”.

Risposta salivare: La salivazione è parte dell’esperienza del mangiare cibo e più un alimento vi fa salivare, più la bocca sarà bagnata ovunque per coprire le vostre papille gustative. Ad esempio i cibi emulsionati come burro, cioccolato, condimenti per insalata, gelato, maionese, favoriscono una risposta salivare che aiuta a schiumare il vostro palato generosamente. Questo è uno dei motivi per cui molte persone godono di alimenti che hanno salse o glasse sopra. Il risultato è che gli alimenti che favoriscono la salivazione fanno un allegro tip tap nel vostro cervello che sente un sapore migliore rispetto a quei cibi che non lo provocano. Il rapido tracollo alimentare e la scomparsa della densità calorica. Gli alimenti che rapidamente svaniscono o ” si sciolgono in bocca” segnalano al cervello che non stai mangiando tanto quanto in realtà dovresti. In altre parole questi alimenti dicono letteralmente al tuo cervello che non sei sazio, anche se stai ingurgitando un sacco di calorie. Il risultato: si tende a mangiare troppo. I cibi spazzatura sono progettati per convincere il vostro cervello che vi state nutrendo, non che vi state saziando. I recettori in bocca e nello stomaco informano il vostro cervello riguardo al miscuglio di proteine, grassi, carboidrati in un particolare alimento e di come quel cibo sazia il vostro corpo. I cibi spazzatura forniscono solo calorie sufficienti per far dire al vostro cervello ” Si , questo mi darà energia” ma non così tante calorie, per cui si pensa “Questo mi basta, sono pieno”. Ma non sara’ cosi mangerete altro. L unica buona notizia sul cibo spazzatura che si puo’ dare è che meno si mangia e meno se ne sente il bisogno.


In questo articolo: