Oristano, parcheggi a pagamento nei giorni festivi, l’ira di Adiconsum

I parcometri in funzione nei giorni festivi

Brutta sorpresa per i malcapitati automobilisti che decidono di parcheggiare in uno dei tanti parcheggi a pagamento presenti nella città di Oristano: i parcometri rimangono accesi anche il sabato pomeriggio e nei giorni festivi.

Una dimenticanza non da poco che secondo Adiconsum “inganna gli automobilisti e permette al Comune di incassare somme non dovute.

E’ il secondo problema nel giro di pochissimo tempo. L’ATI Sis/Isola si era presentata agli oristanesi con un biglietto da visita poco simpatico: i parcometri con i ticket maggiorati. E adesso la conferma di un comportamento scorretto a danno dei consumatori.

Già sabato scorso, numerosi automobilisti, alcuni provenienti dalla provincia per effettuare gli acquisti natalizi in città, hanno provveduto ad effettuare il pagamento del ticket dimenticando o non sapendo che il sabato pomeriggio il servizio è gratuito. Decine di persone hanno quindi inserito i soldi nelle macchinette, regolarmente accese, pagando un corrispettivo valido per la sosta del lunedì mattina.

L’assenza del personale della ditta che gestisce il servizio rende poi impossibile chiedere immediatamente la restituzione della somma indebitamente versata.

Basta davvero poco per disattivare quelle macchinette o almeno regolarle in base al calendario. Certamente nessun automobilista è interessato ad acquistare in prevendita il ticket per la sosta.

Il problema non può che coinvolgere direttamente il Comune di Oristano quale terzo responsabile. Quando l’intervento per imporre un comportamento più corretto e rispettoso delle tasche dei consumatori?”

Adiconsum provvederà a inviare un esposto all’Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato affinchè si verifichi la possibilità di aprire un procedimento sanzionatorio per attività commerciale scorretta e ingannevole.