Oltre 2 mila stomizzati in Sardegna: “Siamo disabili invisibili, vivere con la sacchetta non è facile”

I malati stomizzati riuniti in una associazione regionale, “non è semplice vivere con una sacchetta”. Ai microfoni di Radio Casteddu Lorena Porceddu, 42 anni, di Sestu e  presidentessa della neo associazione A. I. STOM, costituita pochi giorni fa. 
“È una disabilità invisibile, siamo portatori di un sacchetto che per varie tipologie, per varie malattie”

I malati stomizzati riuniti in una associazione regionale, “non è semplice vivere con una sacchetta”. Ai microfoni di Radio Casteddu Lorena Porceddu, 42 anni, di Sestu e  presidentessa della neo associazione A. I. STOM, costituita pochi giorni fa.
“È una disabilità invisibile, siamo portatori di un sacchetto che per varie tipologie, per varie malattie, c’è stato consigliato e allora abbiamo fatto questo intervento. A. I. STOM è un’associazione a livello regionale, in Italia sono 70 mila e in Sardegna 2500. Chiediamo una proposta legge regionale che tuteli maggiormente noi che stiamo stomizzati, abbiamo bisogno di avere come tutti i disabili un riconoscimento. Inoltre abbiamo bisogno di una proposta legge per aiutare le persone stomizzate, come me. La seconda è l’attuazione di un percorso diagnostico terapeutico assistenziale che manca un po’”.
Risentite qui l’intervista a Lorena Porceddu di Paolo Rapeanu e Gigi Garau
e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU


In questo articolo: