Nuovi murales ad Assemini, il Comune cerca spazi privati da abbellire

Il sogno è quello di rendere ancora più bella Assemini: per questo l’Amministrazione Comunale intende proseguire nell’opera di colorare la città e promuoverne i valori e le tradizioni

Il sogno è quello di rendere ancora più bella Assemini: per questo l’Amministrazione Comunale intende proseguire nell’opera di colorare la città e promuoverne i valori e le tradizioni.

Dopo il primo murales di Rosaria Straffalaci in Corso Asia e lungo 65 metri, che ha ricevuto il prestigioso premio Scilla/Unesco, e quello di Davide Pili (in arte Pils Bo) in fase di conclusione, il progetto diventa ancora più grande.

Il Comune, infatti, ha avviato una indagine conoscitiva per la ricerca di spazi privati idonei alla realizzazione di questo tipo di opere. Il bando, scaricabile sul sito ufficiale dell’Amministrazione, scade alle 11.30 del 15 settembre e non è necessario presentare domanda per chi ha già messo a disposizione i muri privati precedentemente.

Anche gli artisti potranno dar libero sfogo alle loro idee: sempre dal sito del Comune si potrà scaricare il documento e presentare richiesta agli uffici competenti per realizzare l’opera.

I destinatari sono singoli cittadini, ma anche gruppi di persone, Associazioni e Scuole.


In questo articolo: