Nuova emergenza adolescenti: boom di psicofarmaci per sballarsi

L’allarme dal congresso di neuro-psico farmacologia: ne fa uso un giovane su 10.

C’è un nuovo allarme adolescenti su cui i genitori sono ancora una volta chiamati ad avere la massima attenzione: lo sballo con gli psicofarmaci. Come se non bastassero droghe più o meno leggere e alcol, con un’età media di ragazzi ubriachi soprattutto nel weekend sempre più bassa, scatta dunque una nuova emergenza. Con cui famiglie e scuola devono fare i conti.

L’allarme arriva dal XXIV Congresso nazionale della Società Italiana di Neuro-Psico-Farmacologia (Sinpf), che si è aperto oggi a Milano e Venezia. “Gli psicofarmaci, insieme ad un percorso terapeutico a 360 gradi – affermano gli psichiatri – sono fondamentali per curare le malattie mentali anche nei giovani e nei giovanissimi. Molte patologie curate per tempo nei giovani, garantiscono loro un futuro. Se questi farmaci sono invece usati con modalità non corrette possono avere ripercussioni negative”. Da qui la necessità, avvertono, di avviare campagne di sensibilizzazione e informazione e di azioni educazionali, anche con il coinvolgimento delle Istituzioni: dalla scuola, alla classe medica, dai medici di medicina generale alle famiglie. 


In questo articolo: