Minacce con coltello al parco di Su Planu, gli abitanti chiedono più sicurezza

Chiedono più sicurezza gli abitanti di Su Planu a Selargius, dopo il grave episodio di cronaca avvenuto ieri sera nel parco, che ha visto coinvolto un uomo che ha minacciato alcuni presenti con un coltello

Chiedono più sicurezza gli abitanti di Su Planu a Selargius, dopo il grave episodio di cronaca avvenuto ieri sera nel parco, frequentatissimo ogni giorno soprattutto da famiglie e gruppi di ragazzi, che ha visto coinvolto un uomo che ha minacciato alcuni presenti con un coltello (all’episodio hanno assistito anche mamme e bambini). Diversi abitanti del luogo segnalano che “sarebbe opportuno intensificare la vigilanza soprattutto dalle 16 alle 20 poiché sono queste le ore in cui si concentra la maggior parte delle persone. Il vigilante in quel momento era nel Parco delle Ambulanze e si è allarmato quando ha visto una volante che passava all’interno. 
Inoltre per noi residenti è un disagio enorme che i cancelli non siano stati tutti riaperti: ci risparmierebbero lunghi tragitti a piedi e invece siamo costretti a dover compiere altri percorsi”. Il comune non è indifferente alla problematica del quartiere. Ha infatti prorogato fino al giorno 31 agosto il servizio di vigilanza e, in attesa che l’occhio elettronico della videosorveglianza entri in pieno regime, è in corso, infatti, l’aggiudicazione definitiva della gara per l’acquisizione del sistema di videosorveglianza, ha disposto anche un servizio di ronda nel quartiere di Su Planu sino a mezzanotte. Per i cittadini però, sembra che queste ulteriori misure non bastino e chiedono “più controlli e sanzioni nei confronti di chi trasgredisce le regole, affinché possano servire anche come deterrente, ossia per dissuadere chi si ostina a usare il parco come punto di ritrovo per fini che violano le norme. Nel parco ambulanze, per esempio, complice lo stato di abbandono, anche quando è chiuso  la recinzione viene scavalcata e vi è un viavai di persone”. 

In questo articolo: