Maxi incendio a Decimoputzu, dichiarata la “calamità nauturale”

Dopo il violento rogo del 22 luglio arriva “un atto necessario e dovuto – dichiara il commissario Cicero – Sperando che i ristori indispensabili arrivino il più presto possibile alle aziende e alle comunità, messe in ginocchio dal disastroso incendio di questi giorni”

Il Commissario straordinario del Comune di Decimoputzu, Francesco Cicero, ha dichiarato la ‘Dichiarazione di Calamità naturale, a seguito del violento incendio del 22 luglio scorso.

“Un atto necessario e dovuto – dichiara Cicero – Sperando che i ristori indispensabili arrivino il più presto possibile alle aziende e alle comunità, messe in ginocchio dal disastroso incendio di questi giorni”.

Il popolo sardo, sempre solidale nel momento del bisogno, saprà sicuramente affrontare con tenacia le difficoltà, e saprà risollevarsi dall’emergenza al più presto. “Già molte iniziative – prosegue Cicero – di solidarietà e di raccolta fondi non si sono fatte attendere. Banche, Istituzioni pubbliche e private, singoli cittadini, e associazioni varie, si sono mobilitati. Mi corre l’obbligo di ringraziare – conclude il Commissario- la Segretaria comunale e tutti i dipendenti comunali per la fattiva collaborazione, avendo contribuito alla tempestiva approvazione della Delibera”.


In questo articolo: