Mandas, una nuova Moc al poliambulatorio della Asl

Dopo la sistemazione e la messa in attività del nuovo ecografo multidisciplinare alcune settimane fa, due giorni fa è stato dato il via al progetto per il rinnovo dell’impianto.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Una nuova Moc al poliambulatorio della Asl: dopo la sistemazione e la messa in attività del nuovo ecografo multidisciplinare alcune settimane fa, due giorni fa è stato dato il via al progetto per il rinnovo dell’impianto e la sistemazione del nuovo sistema di ultima generazione per la Mineralometria ossea computerizzata.

A darne notizia è il primo cittadino Umberto Oppus: la Moc sarà disponibile entro giugno e riguarda i test diagnostici per la misurazione dei livelli di calcio e altri minerali nelle ossa dello scheletro umano. “Attraverso la Moc i medici stimano la densità minerale ossea (BDM), la misura della quantità di minerali (massa minerale ossea) contenuti in un centimetro cubo di osso.

La Moc è indicata principalmente per la diagnosi di osteopenia e osteoporosi e per la valutazione e il monitoraggio di tutte quelle condizioni che possono causare osteopenia od osteoporosi secondaria.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità l’osteoporosi è come una malattia silenziosa caratterizzata da una ridotta massa ossea (densità minerale ossea, BMD) e un deterioramento della micro-architettura del tessuto osseo. A livello mondiale, l’osteoporosi colpisce circa 200 milioni di donne e provoca quasi nove milioni di fratture ogni anno” ha specificato il primo cittadino. Uno strumento, quindi, fondamentale per la prevenzione e la cura di molte malattie che causano seri problemi a chi è soggetto o ha sviluppato determinate patologie. “L’osteoporosi prevale nella popolazione femminile over 50 anni: una donna su tre e un uomo su cinque di età superiore ai 50 anni, subiscono una frattura a causa dell’osteoporosi.

Un grazie di cuore alla Asl e in particolare al Direttore Generale Marcello Tidore impegnato nel potenziamento dei presidi del territorio.

Un altro importante risultato che dedico, in particolare, a tutte le donne”.


In questo articolo: