Macomer, terminati i lavori nella nuova Rsa per persone non autosufficienti

È terminata in questi giorni a Macomer la fase di allestimento della nuova RSA, che potrà ospitare 40 persone non autosufficienti

È terminata in questi giorni a Macomer la fase di allestimento della nuova RSA, che potrà ospitare 40 persone non autosufficienti. La struttura è di proprietà della Azienda Socio Sanitaria Locale di Nuoro ed è stata realizzata da “Sereni Orizzonti”, che ne avrà anche la gestione. Il gruppo friulano sta lavorando in stretta collaborazione con la dottoressa Grazia Cattina, direttore generale della ASSL, per ottenere in tempi rapidi le autorizzazioni e l’accreditamento necessari all’inizio vero e proprio dell’attività.

«Siamo rimasti particolarmente colpiti dalla velocità ed efficienza con la quale i responsabili della ASSL di Nuoro hanno recepito la nostra documentazione per l’avvio della complessa procedura di autorizzazione» dichiara il capoarea di “Sereni Orizzonti” Denise De Riva. «Quella che sta per aprire è la prima RSA dell’ASSL di Nuoro e ci sono davvero tutte le migliori premesse per una stabile e proficua collaborazione non solo con l’Azienda ma anche con il Distretto socio-sanitario diretto dal dottor Carlo Murru, con gli ospedali del territorio e con la stessa Amministrazione comunale di Macomer».

L’edificio appena realizzato è di due livelli sopra terra e a forma di “C”. Al piano terra si trovano la reception e gli uffici amministrativi, la lavanderia e gli spogliatoi per il personale, una palestra per la riabilitazione, un ambulatorio per visite infermieristiche e medicazioni, una sala per servizi alla persona (podologo, barbiere e parrucchiere), una cucina per la realizzazione dei pasti, un salone polifunzionale per attività ricreative e la sala per il culto. Al primo piano vi sono invece due nuclei residenziali (per un totale di 18 camere doppie e 4 camere singole) dotati di controllo accessi per monitorare i movimenti degli ospiti affetti da demenza senile. A questi si aggiungono sale da pranzo, soggiorni, salottini di ricevimento con tv, bagni assistiti con barella doccia o sedia doccia e servizi igienici per gli ospiti.

Le stanze sono molto ampie e luminose, dotate ciascuna del proprio bagno per disabili nonché di letti motorizzati, serramenti con tapparelle domotiche, sistema di chiamata e sensori antincendio. I locali sono dotati di ventilazione meccanica controllata (VMC),che consente un ricambio di aria pulita e asciutta senza dover aprire le finestre ma recuperando dall’aria il calore che viene espulso. La climatizzazione è stata studiata per offrire agli ospiti il massimo del comfort e della sicurezza: quella invernale sarà assicurata da un impianto di riscaldamento a pavimento (e quindi priva di caloriferi) mentre quella estiva sarà realizzata con un innovativo sistema che rinfrescherà gli ambienti senza fastidiose correnti d’aria.

Come tutte le altre recenti costruzioni di “Sereni Orizzonti” nel resto d’Italia, anche questo edificio presenta caratteristiche all’avanguardia per quanto riguarda l’ecosostenibilità e il risparmio energetico. Realizzato in classe energetica A3, produrrà autonomamente circa 120.000 kWh di energia (pari al 60% del suo intero fabbisogno), con una riduzione complessiva dell’emissione in atmosfera di oltre 45.000 Kg all’anno di anidride carbonica. Un risultato notevole ottenuto grazie all’impianto fotovoltaico sul tetto, all’impianto solare termico per uso sanitario e riscaldamento, al recuperatore termodinamico del calore contenuto nell’aria espulsa e alla pompa di calore ad alta efficienza che in gran parte utilizza energia rinnovabile.

Con la realizzazione della RSA di Macomer il gruppo friulano guidato da Massimo Blasoni – presente in Italia e in Germania con 77 strutture per complessivi 5.500 posti letto – consolida la sua presenza in Sardegna: una sua struttura opera da tempo a Silanus (Nuoro) mentre un’altra è in fase di costruzione a Villacidro (SU).


In questo articolo: