Lirico, concerto-protesta dei lavoratori al Parco della Musica

La manifestazione di questo pomeriggio organizzata da sei sigle sindacali: “Vogliamo una programmazione seria al teatro Lirico”

Un pomeriggio di canti, musica e parole nel Parco della Musica, davanti al Teatro Lirico. Una protesta organizzata dalle sigle sindacali Slc-Cgil, Uilcom-Uil, Fials-Cisal, Libersind-Conf, Snater Css per chiedere una gestione più competente e il rilancio dell’ente lirico, da mesi al centro di polemiche. Nei giorni scorsi i lavoratori avevano sfiduciato la sovrintendente Angela Spocci chiedendo le sue dimissioni, soprattutto dopo aver annullato un incontro da lei stessa richiesto con i sindacati.

“Vogliamo una programmazione”, ha ribadito questo pomeriggio il segretario Fials, Andrea Saccarola. E poi il via alla concerto all’aperto che ha attirato l’attenzione di appassionati e curiosi. Una protesta con cui si chiede un cambio di gestione: “questa Fondazione – spiegano i sindacati – è un’azienda che, gestendo denaro pubblico, esige un manager adeguato: così non è più possibile andare avanti salvo che l’obiettivo non sia quello della liquidazione coatta”. Alcuni giorni fa i sindacati hanno affrontato la questione direttamente con il presidente della Regione Pigliaru, che lunedì incontrerà la sovrintendente Spocci.


In questo articolo: