Le lacrime degli amici di Massimiliano Schirru: “Racconteremo a tuo figlio quanto eri speciale e sorridente”

Il 28enne morto nelle acque di Pula stava per diventare padre. La disperazione della compagna Giorgia, di papà William e dei tanti amici del giovane: “Il tuo sorriso mancherà a tutti, quando nascerà il tuo bambino gli racconteremo chi era il padre e quanto era in gamba”

La tragedia avvenuta ieri nelle acque di Pula ha scosso tutta la città natale di Massimiliano Schirru, Sarroch, ma non solo. Il giovane 28enne era conosciutissimo anche a Cagliari: il padre, William, è infatti un noto sindacalista della Cgil, e la madre è Debora Gambino. La morte del ragazzo – lavoratore presso una società di informatica alla Sarlux – ha gettato nello sconforto tantissime persone. Stava per diventare padre, Schirru: la sua compagna, Giorgia Pala, è al quinto mese di gravidanza. Una tragedia immensa: Massimiliano Schirru è morto durante una battuta di pesca, il suo corpo è stato recuperato dai sommozzatori dei Vigili del fuoco e trasportato su un gommone a riva, al porticciolo di Perd’e Sali. Sul suo profilo Facebook sono già centinaia i messaggi di cordoglio: c’è chi lo ricorda per la sua passione per le immersioni subacquee, chi per la musica e chi per le gare di boxe. E in tanti pensano a quel figlio, che nascerà tra qualche mese e che non potrà mai conoscere il papà. “Se un giorno avrò l’onore di conoscere il tuo bambino (di cui mi parlavi tanto e di cui eri già orgoglioso) gli racconterò chi era il padre e di quanto era in gamba”, scrive Federico E.

 

Giovanna C. ricorda di aver conosciuto Massimiliano Schirru “in pedana, ti ho ammirato per la tua tenacia, per la tua costanza e ora sapere che non ci sei più mi addolora! Un abbraccio alla tua famiglia e ai tuoi amici! Sono stata onorata di conoscerti!”. Una sua amica, Laura C., posta una foto insieme al ventottenne e scrive: “Sempre col sorriso, sempre felice ed entusiasta della vita, sempre in movimento con le tue passioni. Sempre elettrizzato quando si parlava di musica e virtuosismi, i tuoi virtuosismi.
Il tuo sorriso mancherà a tutti”.


In questo articolo: